Viaggiare in Africa con AfroNine – Uganda e Zambia

uganda viaggio

Viaggiare con AfroNine nel 2022 e le sue guide d’eccezione

Perchè viaggiare con AfroNine? Il nostro motto è “si chiama Africa, noi la chiamiamo casa”. Questo non è semplicemente uno slogan, ma identifica esattamente chi siamo. Infatti non siamo di casa in tutta l’Africa ma solo in pochi paesi: Eritrea, Etiopia, Namibia, Botswana, Sudafrica, Uganda, Zambia e Zimbabwe. Tra i nostri itinerari oggi vogliamo illustrarvi:

Uganda viaggio Mosaique con Gianmarco Russo 15 giorni, partenza confermata 6 agosto 2022

Ethno Zambia per partecipare al Likumbi Lya Mize, 15 giorni, partenza confermata 20 agosto 2022

Cosa c’è di meglio di un viaggio in Africa? Nulla, direte voi. Ma esiste una possibilità ancora più entusiasmante: viaggiare con AfroNine accompagnati da una guida esperta, che sarà con voi per tutta la durata del viaggio.

Ogni anno, come tour operator specializzato in Africa da ben 30 anni, proponiamo diversi viaggi che si differenziano dalla programmazione classica. Essi hanno come fulcro un evento speciale, una festività o una cerimonia tradizionale, oppure ancora la scoperta in prima assoluta di itinerari fuori dall’ordinario o semplicemente essere accompagnati da un esperto che può essere un fotografo, uno scrittore, un viaggiatore.

Per il 2022 abbiamo due proposte davvero coinvolgenti:

  • ETHNO ZAMBIA: un tour di 15 giorni nella terra che ha visto nascere i safari a piedi. Immergetevi nell’atmosfera ancestrale del Likumbi Lya Mize: una stupefacente cerimonia dichiarata “Capolavoro dell’Eredità Intangibile e Orale dell’Umanità”. Essa celebra la conclusione dei riti di passaggio all’età adulta. Il vostro accompagnatore d’eccezione sarà Giacomo Corsini, guida esperta di Zambia e fotografo naturalista

Questa proposta ti intriga? contattaci per maggiori info ed un preventivo

  • UGANDA VIAGGIO MOSAIQUE: tour di 15 giorni alla scoperta di un paradiso incontaminato. Uganda viaggio Mosaique è per tutti, con trasferimenti in fuoristrada e sistemazione in alberghi e lodge di buona qualità. In questo viaggio sarete accompagnati da GianMarco Russo, uno dei fondatori della AfroNine Tour. Grande conoscitore dei paesi africani, è esperto e collezionista di arte ed antichità africane, ed appassionato di storia coloniale.

Questa proposta ti interessa? contattaci per maggiori info ed un preventivo

Scopriamo ora insieme alcuni dettagli dei viaggi che vi proponiamo.

ETHNO ZAMBIA – HIGHLIGHTS

  • Livingstone – Le Cascate Vittoria, “un luogo creato per gli angeli”
  • Il Likumbi Lya Mize una tra le ultime antichissime celebrazioni in Africa
  • Il Kafue National Park, il più “antico” parco dello Zambia

LIVINGSTONE E CASCATE VITTORIA

Le Victoria Falls sono uno spettacolo naturale che lascia senza fiato, ed un viaggio in Zambia dovrebbe sempre iniziare da qui. E’ facile intuire perché il popolo Lozi le chiama “Mosi-oa-Tunya“, il fumo che tuona.

Il fiume Zambesi infatti, a circa metà del suo corso, incontra qui una gola lunga e stretta; la potenza sprigionata dall’acqua che precipita sul fondo crea un rombo quasi assordante, ed il pulviscolo pervade tutta l’area: ecco “il fumo che tuona”!

La nube d’acqua che si innalza verso il cielo è visibile fino a 50km di distanza nei periodi di piena del fiume. Se vi recate a visitare le cascate in questo periodo non dimenticate una mantella antipioggia per non finire inzuppati.

Il fronte delle Cascate Vittoria si estende per circa un chilometro e mezzo mentre il punto più alto raggiunge i 128 metri. La particolare morfologia del luogo permette di osservare le cascate molto da vicino, dalla sponda opposta, godendo di una visuale ininterrotta.

Gli accessi al parco naturale Mosi-oa-Tunya e ai punti panoramici si trovano sia in Zambia che in Zimbabwe.

Dal lato dello Zambia è possibile fare un’esperienza memorabile, possibile solo da metà agosto a metà gennaio. Se il livello dell’acqua è troppo alto l’accesso viene comunque vietato per preservare l’incolumità dei visitatori.

L’escursione a Devil’s Pool prevede un giro in barca nella corrente dello Zambesi, attraverso suggestivi canali rocciosi, fino a Livingstone Island. Dopodiché, attaccandosi a una corda di sicurezza, ci si può immergere in un bacino naturale protetto da una barriera rocciosa. Ciò vi consentirà di nuotare fino al bordo delle cascate, alte ben 103 metri in questo punto del fronte.

All’interno del Mosi-oa-Tunya National Park è inoltre possibile realizzare emozionanti safari fotografici, sia a piedi che in auto, alla ricerca dei rinoceronti bianchi.

LIKUMBI LYA MIZE

Esso rappresenta il cuore pulsante del viaggio. Si tratta di una cerimonia tradizionale del popolo Luvale, che segna il passaggio all’età adulta dei bambini maschi.

Essi vengono allontanati da casa fino a 3 mesi prima. Durante questo periodo vengono circoncisi e imparano nozioni fondamentali riguardanti la sopravvivenza, la natura, la sessualità e la religione.

Questo lasso di tempo si chiama Mukanda, e termina presso l’Arena del Likumbi. Questa è un’area dove i Makishi (danzatori abbigliati con costumi tradizionali e maschere tribali) cantano e ballano, rappresentando gli spiriti degli antenati.

Tutti gli spettatori – tra cui anche Sua Altezza reale anziano capo Ndongu – assistono a questo spettacolo dal forte contenuto simbolico fino a quando si raggiunge il culmine del rituale: i bambini riemergono dal luogo in cui erano rimasti nascosti per “tornare alla vita” come adulti.

Ora Makishi e uomini possono danzare insieme, fino a quando i primi ritornano al cimitero da cui erano partiti, segnando il termine delle celebrazioni.

Viaggiare con AfroNine vi permetterà di conoscere davvero a fondo questa cerimonia unica al mondo, grazie alla sua guida d’eccezione.

KAFUE NATIONAL PARK

Il Kafue National Park è il più antico e grande parco di tutto il Paese, e prende il nome dall’omonimo fiume. Esso ospita più di 55 specie di mammiferi, tra i quali la rara antilope Sitatunga, il lechwe rosso e moltissimi felini.

Nonostante la sua grandezza e la sua posizione a 2 ore da Livingstone, resta un luogo poco conosciuto e largamente inesplorato con vaste aree incontaminate.

Nato come primo parco del Paese nel 1924, presenta vaste pianure alternate a colline ondulate, ricche di terreni boschivi e piane erbose. Questa biodiversità ha favorito l’insediamento di diverse specie animali, tra cui il più grande numero di specie di antilopi.

Luogo di grande bellezza e suggestione è costituito dalle Busanga Plains: situate nella porzione a nord del parco, si tratta di un’area che da marzo a maggio, grazie alle piene dei fiumi, diviene una enorme pozza d’acqua dove si bagnano e si abbeverano centinaia tra mammiferi ed uccelli.

Quando in seguito le acque si ritirano viene fatto spazio ad una vegetazione a dir poco rigogliosa, che ospita grandi mandrie di bufali, zebre e grandi predatori come leoni, leopardi e ghepardi (questi ultimi ormai in via d’estinzione sul territorio zambiano).

Il parco è considerato uno dei migliori posti per l’avvistamento del leopardo, misterioso e sfuggente, e dei licaoni, altra specie molto rara. Un’altra specie a rischio, che ultimamente sta conoscendo una ripresa, è quella degli elefanti del Kafue; stanno avendo una straordinaria crescita e un certo numero di aree del parco ora ospita grandi mandrie di questi giganti gentili.

Il parco nazionale del Kafue, con i suoi spazi enormi, le colline e la lontananza dai parchi più frequentati, è un rifugio idilliaco per il viaggiatore amante della natura selvaggia e incontaminata. Esplorare il selvaggio Kafue equivale a un vero corso di “master del bush”. Si ritorna a casa con un bagaglio carico di ricordi indimenticabili e di scoperte uniche.

UGANDA VIAGGIO MOSAIQUE – HIGHLIGHTS

  • Isola di Ngamba
  • Parco Nazionale delle Cascate Murchison
  • Foresta di Kibale e trekking per osservare gli scimpanzè
  • Parco Queen Elizabeth
    • Ishasha e i “tree climbing lions”
  • Foresta Impenetrabile di Bwindi e l’incontro con i gorilla
  • Parco del Lago Mburo

ISOLA DI NGAMBA

Situata nel Lago Vittoria, a circa mezz’ora di barca veloce da Entebbe, l’isola ospita la Riserva degli scimpanzè. Si tratta del primo progetto di conservazione degli scimpanzè, nato alla fine degli anni Novanta, con lo scopo di raccogliere e riabilitare esemplari di scimpanzè detenuti dai bracconieri o salvati dal traffico illegale verso Europa, Asia e Nord America.

Ngamba Island è quasi interamente ricoperta da foresta pluviale tropicale e solo una sua piccola porzione è recintata. Ma attenzione, qui in gabbia stanno solo gli uomini (visitatori o addetti alla gestione del santuario). Il resto della foresta è territorio esclusivo degli scimpanzé che hanno finalmente trovato qui un rifugio sicuro.

MURCHISON FALLS

Il Parco Nazionale delle Cascate Murchison è il più vasto parco nazionale dell’Uganda. Comprende un tratto della costa del lago Alberto ed è diviso in due dal Nilo Vittoria che dà origine alle Murchison Falls. Estendendosi su oltre 3900 chilometri quadrati, offre una grande varietà d’ambienti naturali.

Tra gli animali che vivono nel parco si possono annoverare: giraffe, ippopotami, coccodrilli, babbuini, scimpanzè, elefanti, antilopi, leoni, leopardi, sciacalli, iene, bufali.

Tra i grandi assenti ci sono invece i ghepardi, le zebre e i rinoceronti (quelli neri erano una volta assai numerosi ma sono stati portati all’estinzione nel ’70, quello bianco fu introdotto nel 1960 ma quasi subito sterminato dai bracconieri).

Le Cascate Murchison sono sicuramente la caratteristica più famosa del parco. L’esplosiva massa di acqua che precipita per 43 metri creando le cascate. Al “Top of the Fall” (la sommità della cascata) il Nilo, che qui si restringe all’interno di una gola ampia solo una decina di metri, dà vita ad una tumultuosa caduta d’acqua, creando uno degli scenari più belli di tutto l’est Africa.

FORESTA DI KIBALE

Il Parco Nazionale della Foresta di Kibale nasce nel 1993 ed è contiguo al Parco Nazionale della Regina Elisabetta; i due parchi insieme costituiscono una delle più importanti mete turistiche del Paese. La maggior parte delle strutture ricettive del parco sono gestite dalle comunità locali, iniziativa che incentiva il turismo responsabile. Accanto al Kibale National Park si trova anche il Bigodi Wetland Sanctuary, un progetto comunitario dedicato al bird watching.

All’interno del parco sono organizzate escursioni di diversi tipi, anche se il più noto è certamente il chimp tracking. È un’emozione unica osservare gli scimpanzè in quello che è il loro ambiente naturale: la foresta tropicale, con tutta la sua affascinante e lussureggiante inviolabilità.

Qui trovano il loro habitat anche babbuini, scimmie colobo e cercopitechi dalla coda rossa, ma anche di svariate specie di uccelli e moltissime farfalle. Gli elefanti di foresta sono diventati sempre più rari e sono visti molto raramente anche se i segni della loro presenza sono evidenti.

La foresta di Kibale ha la più alta concentrazione di scimpanzé in Uganda, circa mille su una popolazione totale rimanente di circa cinquemila. Grazie a questo progetto di ecoturismo avviato dall’Istituto Internazionale Jane Goodall, oggi si può parlare di conservazione della foresta e dei suoi primati.

PARCO QUEEN ELIZABETH

Il parco include al proprio interno la foresta di Maramagambo e parte del lago Edward. Confina con altre aree naturali protette: le riserve di Kigezi e Kyambura, il parco di Kibale e il parco di Virunga (Congo).

Fondato nel 1954, il Parco prende nome dalla Regina Elisabetta II e con la sua estensione di quasi 2.000 km² copre tre distretti ugandesi. Il parco è stato dichiarato Riserva della Biosfera dall’UNESCO nel 1979 per essere un vero e proprio “scrigno di biodiversità”.

L’acqua rimane comunque l’elemento determinante per la grande ricchezza biologica del Queen Elizabeth National Park e per la sua indubbia unicità e grande valore. Basti pensare alle molte zone umide che accolgono mammiferi rari come il sitatunga. Oppure alle migliaia di fenicotteri che si possono incontrare nei laghi salati temporanei che si formano nei crateri vulcanici del settore settentrionale.

ISHASHA e i Tree Climbing Lions

Viaggiare con AfroNine regala anche chicche inaspettate: il settore meridionale del parco (Ishasha) è uno dei pochi luoghi africani dove si possono avvistare i famosi tree climbing lions, i leoni che si arrampicano sui grandi alberi di fico per riposarsi e per avvistare le prede.

E’ possibile osservarli mentre sonnecchiano sdraiati sui rami più resistenti, con zampe e coda a penzoloni, il muso adagiato e gli occhi socchiusi. Un’immagine alquanto rara e bizzarra, ma che trasmette un vero senso di pace e relax!

L’area è composta da vari tipi di territorio, della foresta alla savana. La zona è altresì famosa per gli eccellenti avvistamenti di bufali, elefanti, leopardi e scimpanzè.

FORESTA IMPENETRABILE DI BWINDI

Un viaggio in Uganda non è completo senza una visita della Bwindi Impenetrable Forest. Nel sud-ovest dell’Uganda, in una zona al confine con la Repubblica Democratica del Congo, si trova questo parco di oltre 331 chilometri quadrati.

Il suo nome rende perfettamente l’idea della sua caratteristica principale. Esso offre una maestosa biodiversità: complessivamente, infatti, quello del Bwindi Impenetrable National Park è uno degli ecosistemi più ricchi d’Africa e condivide lo stesso livello di endemismo della Rift Valley.

L’appellativo “impenetrabile” è dovuto alla natura accidentata e scoscesa del territorio, caratterizzata da strette vallate intersecate da fiumi e ripide colline. Gran parte del territorio è raggiungibile con difficoltà ed esclusivamente a piedi. Più del 60% della sua estensione si trova ad un’altezza superiore ai 2000 metri.

Fra i mammiferi compaiono diverse specie di primati, fra cui colobi, scimpanzé e gorilla di montagna (Gorilla beringei beringei). Questi ultimi sono una specie minacciata che rischia l’estinzione e sono sicuramente tra le attrazioni principali dell’Uganda.

I gorilla che vivono sulle montagne ugandesi sono tra i più socievoli e sono i più grandi primati viventi sul nostro pianeta. Guardare negli occhi bruni e pensosi di questi giganti, il cui codice genetico è uguale per il 95% a quello dell’uomo, è un esercizio di umiltà ed un’esperienza entusiasmante allo stesso tempo. Soprattutto quando si considera che ne sopravvivono meno di 800 esemplari, divisi tra il Parco Nazionale Bwindi e i Monti Virunga.

Il parco, istituito nel 1991 e dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1994, è protetto dalla Costituzione del Paese. All’interno vi è un istituto di ricerca permanente dove collaborano ONG da tutto il mondo.

PARCO DEL LAGO MBURO

Questo parco, che è uno dei più piccoli e meno visitati del paese, racchiude grandi tesori naturalistici e magiche atmosfere. Qui è facile osservare zebre, bufali, impala, antilopi del Topi e antilopi alcine. Tra gli altri abitanti più schivi del parco troviamo i leopardi, l’oritteropo, il pangolino e il porcospino. Tuttavia sono le paludi ad attirare alcuni degli animali più rari, come la timida antilope Sitatunga.

Oltre il 20% della superficie del Lake Mburo National Park è occupato da zone umide e acque dolci. Il lago che dà il nome al parco è infatti soltanto uno dei cinque specchi d’acqua che si trovano entro i suoi confini. Fa parte di un sistema complesso di laghi e zone paludose interconnesse ed alimentate dal fiume Rwinzi.

Viaggiare con AfroNine significa immergersi nell’Africa più vera: ecco i nostri itinerari in Zambia e Uganda. Troverete proposte per viaggi individuali, su misura o per avventurosi viaggi di gruppo, scoprite quello che fa al caso vostro!

VIAGGI IN ZAMBIA

  • Viaggiare con AfroNine: tour e safari di gruppo in Zambia con guida o accompagnatore di lingua italiana.
  • Drive & Lodge: per viaggiare con AfroNine in Africa in un gruppo internazionale e conoscere altri viaggiatori da tutto il mondo.
  • Drive & Camp: se ami l’avventura a stretto contatto con la natura, insieme ad un gruppo internazionale e non ti dispiace pernottare alcune notti in tenda.
  • Fly & Lodge: proposte di viaggio personalizzate, adatte a tutti ed organizzate su base individuale. Con l’ausilio e i consigli del tour operator specializzato nello Zambia da 30 anni.

VIAGGI IN UGANDA

  • Viaggiare con AfroNine: tour e safari di gruppo in Uganda con guida o accompagnatore di lingua italiana, come il nostro Viaggio Uganda Mosaique
  • Drive & Lodge: per viaggiare con AfroNine in Africa in modo piacevole e per fare nuove amicizie internazionali.
  • Drive & Camp: per scoprire la destinazione in modo avventuroso, in compagnia di un gruppo internazionale, pernottando alcune notti in tenda.
  • Fly & Lodge: per creare insieme a noi, tour operator specializzato in Uganda da 30 anni, il viaggio perfetto che si adatta ale vostre esigenze.

E se ancora non avete trovato il vostro viaggio ideale, o desiderate ricevere ulteriori informazioni, non esitate a contattarci per viaggiare con AfroNine.

IL BLOG DI AFRONINE

Qui puoi conoscere le caratteristiche e vivere le emozioni dei nostri viaggi in Africa. Ti spieghiamo nel dettaglio che cosa significa viagiare con soluzione Drive&Lodge, soluzione Fly&Camp e soluzione Drive&Camp.

Questo è il luogo dove entrare nelle tradizioni e nelle storie africane con interviste, racconti di avvistamenti e guide alle tappe delle migliori destinazioni. Inoltre, puoi trovare tutte le informazioni su come organizzarsi per un viaggio in Africa, curiosità e approfondimenti. Ma anche novità e aggiornamenti dal mondo dei viaggi in Africa e da AfroNine Tour.

Non perderti gli articoli del blog di AfroNine: qui puoi scoprire tutto quello che c’è da sapere sui viaggi in Africa.

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI

patente-internazionale-con-AfroNine
Patente internazionale: tutte le informazioni utili
16/06/2022
viaggio-in-zambia-kulamba-con-AfroNine
Viaggio in Zambia per la cerimonia del Kulamba
08/06/2022
viaggio-in-sudafrica-fly-drive-con-AfroNine
Viaggio in Sudafrica fly & drive: tutte le informazioni utili
01/06/2022