Focus Uganda Superior Drive & Lodge 12gg

Richiedi informazioni
Da€ 2.780
Salva nella tua lista dei desideri

Per aggiungere un articolo alla lista dei desideri è necessario avere un account

1917

Perchè scegliere un viaggio Afronine?

  • 30 anni di esperienza
  • solo 10 destinazioni ma oltre 100 proposte di viaggio
  • Staff multietnico e competente
  • Servizio clienti H24
  • Assicurazione di viaggio per assistenza sanitaria e penali da annullamento

Hai qualche domanda?

Non esitare a chiamarci o a scriverci una email. Afronine è lo specialista in viaggi organizzati in Africa e saremo lieti di aiutarti.

+39.02 29512185

tour@afronine.it

  • 12 giorni - 10 notti
  • partenze individuali
  • auto fuoristrada
  • da gennaio a dicembre
  • Italia - Uganda - Italia
  • lodge/hotel
  • guida inglese
  • 8gg FB | 1 gg BB
Questo programma gode di condizioni migliorative
per le penali da cancellazione a causa del Covid 19

Clicca su questo tasto per i dettagli

Una proposta per conoscere l’Uganda, i suoi parchi Murchison Fall, Queen Elizabeth, incontro con i gorilla a Bwindi e con gli scimpanzè a Budongo, visita dell’Isola di Ngamba, santuario degli scimpanzè. Partenze individuali e trasferimenti auto fuoristrada.

Dove andiamo?

  • Entebbe e Kampala le due capitali
  • Parco Murchison Fall, il più vasto parco ugandese
  • Riserva di Ziwa, per in contrare i rinoceronti
  • La Foresta di Budongo, e l'incontro con gli scimpanzè
  • Parco Queen Elizabeth, riserva biosfera UNESCO
  • Ishasha, e i leoni che si arrampicano
  • Foresta Impenetrabile Bwindi, e l'incontro con i gorilla
  • Isola di Ngamba, il santuario degli scimpanzè.

Date di partenza

  • partenze su richiesta

Gruppo

min 2 partecipanti

Guida

di lingua inglese

Sistemazione

lodge/hotel classe turistica superiore

Trattamento

8 giornate FB (prima colazione, pranzo e cena)

1 giornata B&B (pernottamento e prima colazione)

Bevande escluse

Trasferimenti

Con autovetture fuoristrada, adattate ai safari, con tettuccio apribile.

Prezzi

Dettaglio prezzi

QUOTA BASE (minimo 4 partecipanti): € 2.780 per persona, in camera doppia

DIRITTI DI ISCRIZIONE: € 80 a persona

TOTALE: € 2.860 per persona in camera doppia

Supplemento base 2 partecipanti: € 480,00 per persona

Supplemento camera singola: € 415,00

Disponibile guida di lingua italiana col pagamento di un supplemento.

La quota comprende

  • Sistemazione in lodge, hotel, indicati in programma o equivalenti, in camera doppia (o come meglio precisato nel programma di viaggio)
  • Trattamento:
    8 giornate FB (colazione, pranzo e cena)
    1 giornata B&B (colazione)
    Bevande escluse
  • Acqua in bottiglia durante i trasferimenti
  • Tutti i trasferimenti in autovettura fuoristrada con tettuccio apribile.
  • Autista/Guida professionale di lingua inglese, esclusi i periodi liberi
  • Ingressi nei parchi e attività indicate
  • Tasse locali e permessi
  • Assicurazione turistica, che copre i rischi sanitari, quelli inerenti al bagaglio registrato e quelli relativi agli annullamenti del viaggio

La quota non comprende

  • Diritti d’iscrizione: € 80,00
  • Volo aereo da/per l'Italia
  • Visto d’ingresso: USD 50,00 (ottenibile per i cittadini UE online)
  • Permessi per il Gorilla Trekking: € 610 (USD 700) dal 01/07.
  • Bevande, extra e mance.
  • Pasti a Kampala ed Entebbe.
  • Spese extra di carattere personale
  • Accompagnatore di lingua italiana su richiesta
  • Tutto quanto non indicato espressamente nel programma di viaggio
  • NB: La nostra quotazione è da considerarsi sempre soggetta a riconferma, sino a quando non avremo le conferme dei servizi offerti
  • Bagaglio:
  • Per quel che riguarda il bagaglio per questioni logistiche e di spazio, siete invitati ad avere un solo bagaglio (preferibilmente un borsone o uno zaino, evitate bagagli rigidi difficili da stivare) di un peso max di 20 Kg
Itinerario dettagliato

1° giorno ITALIA – UGANDA

Partenza dall’Italia, con volo di linea.

2° giornoENTEBBE – KAMPALA

Arrivo all’Aeroporto Internazionale di Entebbe. Dopo il disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida e trasferimento a Kampala. Resto della giornata libero.

Pernottamento al Cassia Lodge o similare, camere con servizi privati.

Trattamento B&B (pernottamento e prima colazione).

Strade e tempi: Circa 2 ore, strade asfaltate.

3° giornoKAMPALA – RISERVA DI ZIWA – MURCHISON FALLS

Dopo colazione partenza in direzione di Masindi e del Parco Nazionale delle Murchison Fall.

Un secondo benvenuto in Uganda sarà l’esperienza, estremamente interessante, della visita alla “Riserva naturale di Ziwa”, l’unica dove sia possibile vedere i rinoceronti da vicino, sia bianchi che neri. Qui, probabilmente, sotto la guida dei rangers, sarà necessario percorrere una parte del percorso a piedi, per potersi recare nei siti in cui dimorano i pachidermi. Dopo questa visita si proseguirà verso il Murchison Falls National Park, il più vasto parco nazionale dell’Uganda.

Pernottamento al Paraa Safari Lodge  o similare, camere con servizi privati.

Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi).

Strade e tempi: circa 6 ore, in parte sulle piste sterrate del parco.

4° giornoMURCHISON FALLS

Di prima mattina, partenza per un game drive all’interno del parco, con l’obiettivo di avvistare gli animali al loro risveglio – momento più consigliato, insieme a quello del tardo pomeriggio, per la loro osservazione. Si raggiungerà il delta del Nilo e nel percorso si potranno ammirare scenari e panorami indimenticabili.
Rientro al lodge per il pranzo e nel pomeriggio partenza per una escursione in barca lungo il Nilo.

Pernottamento al Paraa Safari Lodge  o similare, camere con servizi privati.

Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi).

5° giornoMURCHISON FALLS - BUDONGO - TREKKING DEGLI SCIMPANZÉ

Dopo colazione, di primo mattino, partenza per la foresta di Budongo per il “trekking degli scimpanzé”, presso il sito di eco-turismo di Kaniyo-Pabydi. Un’emozione unica osservare gli scimpanzé in quello che è il loro ambiente naturale: la foresta tropicale, con tutta la sua affascinante e lussureggiante impenetrabilità, habitat anche di altri primati come i babbuini, scimmie colobo bianco e nero, dalla coda rossa.

Pranzo al ristorante o al sacco.

Nel pomeriggio attività a carattere culturale presso l’associazione Boomu Women Group dove sarà possibile provare la cucina locale tipica dell’Uganda e fare una visita guidata alla comunità locale. In alternativa l’attività sarà presso l’Associazione Napea, costituita da ranger e guide che da anni lavorano nella foresta. Questa esperienza di “ecoturismo” contribuisce alla conservazione e protezione della foresta di Budongo e degli scimpanzé.

Pernottamento al Bugoma Jungle Lodge o similare, camere con servizi privati.

Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi).

Strade e tempi: circa 6 ore, in parte sulle piste sterrate del parco.

6° giornoBUDONGO – PARCO NAZIONALE QUEEN ELIZABETH

Oggi sveglia al mattino presto, per recarsi al ‘Queen Elizabeth Park’, il parco di più antica istituzione e il secondo per dimensioni.

Arrivo nel parco e se in tempo game drive serale lungo il percorso.

Pernottamento al  Mweya Safari Lodge  o similare, camere con servizi privati.

Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi).

Strade e tempi: circa 6/8 ore, in gran parte piste sterrate.

7° giornoPARCO NAZIONALE QUEEN ELIZABETH - ISHASHA

Di nuovo sveglia al mattino presto e partenza per un game drive nella parte nord del parco dove vivono i famosi leoni arboricoli insieme al cobo ugandese, il raro leopardo, varie specie di antilopi, e un’abbondanza di elefanti, bufali, ippopotami, babbuini, e scimpanzé.

Rientro per il pranzo e nel pomeriggio escursione in barca sul canale naturale Kazinga, dove si potranno ammirare una miriade di volatili.

In serata un altro game drive fotografico e poi ci sposteremo nel settore Ishasa del parco.

Pernottamento al Ishasha Jungle Lodge o similare, camere con servizi privati.

Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi).

Strade e tempi: circa 1 ora, in parte sulle piste sterrate del parco.

8° giornoISHASHA – FORESTA IMPENETRABILE DI BWINDI

Dopo colazione si seguirà la pista per la “Foresta di Maramagambo”, per raggiungere il settore Ishasha del parco. Qui ci sarà un game drive alla ricerca dei famosi nonché straordinari “leoni che si arrampicano”, durante le ore più calde del giorno, sugli alberi di fico per riposarsi e cercare refrigerio, che si trovano solo in questa ristretta area africana. Anche qui, per le naturali variabili che ci si troverà a fronteggiare, gli avvistamenti possono rivelarsi difficoltosi: investite i vostri amuleti portafortuna, perché li si possa avvistare senza problemi!

Pranzo al lodge e nel pomeriggio proseguimento per il Parco Nazionale di Bwindi Impenetrabile, salendo a un’altitudine fino a 2300 metri.

Pernottamento al Bwindi Engagi Lodge  o similare, camere con servizi privati.

Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi).

Strade e tempi: circa 4-5 ore, in gran parte piste sterrate, variabile sulla base delle condizioni stradali e del luogo di dove si sono ottenuti i permessi per i gorilla.

NB: Il lodge a Bwindi viene scelto in base alla zona del trekking.

9° giornoTREKKING DEI GORILLA DI MONTAGNA

Al mattino presto ci avvieremo per il settore sud della foresta di Bwindi.

Finalmente l’incontro con i gorilla. La ricerca delle famiglie dei gorilla, soggetta a diverse variabili, può richiedere una mezz’ora oppure anche alcune ore di cammino; a volte, per la pioggia, su terreni molto scivolosi. Si inizia dal quartier generale dell’UWA (Uganda Wildlife Authority). Il capo ranger organizzerà i gruppi, di massimo 8 persone cadauno, e qui incontrerete anche i portatori e le guide. Quando si incontrano i gorilla, potete stare con loro fino ad un’ora di tempo per osservare, fotografare e filmare. Dovete portare con voi acqua e il pranzo al sacco. Chi lo desidera può avvalersi dell’aiuto dei portatori (a pagamento). E’ raccomandabile una buona forma fisica.

Non di meno, al rientro, tutte le fatiche saranno dimenticate a fronte delle emozioni generate dall’incontro ravvicinato con i nostri ‘progenitori’.

Pernottamento al Bwindi Engagi Lodge  o similare, camere con servizi privati.

Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi).

NB: non possono partecipare al trekking i bambini al di sotto dei 14 anni.

10° giornoBWINDI – ENTEBBE

Dopo colazione si parte alla volta di Entebbe, con varie soste lungo il percorso.

Pernottamento al 2 Friends Beach Hotel o similare, camere con servizi privati.

Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi).

Strade e tempi: circa 8 ore, in parte sulle piste sterrate del parco.

11° giornoISOLA DI NGAMBA - SANTUARIO DEGLI SCIMPANZÉ

Al mattino ci si imbarcherà da Entebbe a bordo di un motoscafo per raggiungere l’isola di Ngamba, situata nel Lago Vittoria, ove un’esperienza estremamente interessante vi darà il saluto per il vostro viaggio di ritorno.

L’escursione dura mezza giornata e si può partire alle 08.30 del mattino oppure alle ore 13.00. Resto della giornata è libera per visitare Entebbe.

In tempo utile trasferimento all’aeroporto Internazionale di Entebbe per imbarcarsi sul volo di ritorno.

Strade e tempi: circa 8 ore, in parte piste sterrate ed in parte strade asfaltate.

NB: se il vostro volo prevede una partenza prima delle ore 22.00 sarà necessario aggiungere un pernottamento ad Entebbe.

12° giornoITALIA

Arrivo in Italia.

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI

NB:

  • Il programma può variare, in parte, a seconda delle compagnie aeree utilizzate. Per questo motivo, il programma finale operativo potrà essere inviato ai partecipanti solo dopo aver definito questo punto essenziale alla buona riuscita del viaggio.
  • I prezzi indicati non includono il costo dei biglietti aerei internazionali per raggiungere l’Uganda. Cercheremo per voi le soluzioni più vantaggiose che saranno quotate separatamente e permetteranno, se lo desiderate, di usare anche eventuali miglia accumulate se aderite a programmi di fidelizzazione delle compagnie aeree. Sull’emissione dei biglietti aerei non viene applicata nessuna spesa di agenzia.
  • L’incontro con i gorilla non è mai garantito, anche se le probabilità di avvicinarli sono sempre molto alte, grazie all’impegno ed alla professionalità delle guide allo scopo designate. Non dimentichiamo che gli animali, in natura, vivono in libertà; ma anche che è proprio questo fatto a determinare l’alto grado delle emozioni che potremo provare;
  • Questo viaggio prevede una pensione completa, escluse le bevande ai pasti, durante tutto il tour, ad esclusione di Kampala ed Entebbe, dove il trattamento è B&B.
  • Lodges e hotels: nel programma trovate indicate le sistemazioni previste ed i link che vi portano a poter visitare il sito delle strutture che vi ospiteranno.
  • Il nostro primo obiettivo è quello di organizzare per voi un viaggio in grado di soddisfare tutti i vostri desideri. Non esitate quindi a chiederci qualsiasi informazione che riteniate utile, e a illustrarci tutti i dettagli che ritenete importanti affinché il vostro viaggio, oltre ad avere un’ottima riuscita, rimanga davvero nella vostra memoria come una delle più belle esperienze della vostra vita.
Map

Galleria Fotografica
FAQ

Che tipo di viaggio è questo? A chi si rivolge?

È una proposta di viaggio, con itinerario prestabilito, che si rivolge ai viaggiatori che desiderano viaggiare in gruppo.

Una delle poche cose che possiamo garantire, quando si viaggia in Africa, è che non tutto si svolgerà perfettamente. Lungo la strada avremo sicuramente molte sorprese: una strada interrotta, un ponte chiuso per una piena, un guasto meccanico (succede anche se non spesso), cambio della struttura di pernottamento, una visita di qualche animale selvaggio nel nostro campo o davanti alla porta della nostra camera. Quindi preparatevi all’imprevisto, e sappiate che comunque, e qualsiasi cosa succede, noi, le vostre guide e lo staff, il nostro corrispondente abbiamo l’esperienza e le capacità di gestire queste situazioni, e risolverle nel miglior modo possibile. 

L’itinerario si svolge a volte  lungo rotte non classicamente turistiche, e dove non sempre sono disponibili servizi ed infrastrutture turistiche, tipiche del turismo di massa.

I trasferimenti sono fatti tutti via strada, usando auto fuoristrada adattate ai safari e con tettuccio apribile.

 Il programma oltre ai trasferimenti ed ai pernottamenti offre anche una serie di attività come ad esempio, tour guidati, tour culturali, escursioni ai villaggi etc ma lascia anche la possibilità ai singoli di aggiungere attività opzionali (a pagamento) per arricchire la propria esperienza di viaggio.

I pernottamenti sono offerti in formula Drive&Lodge: prevede i pernottamenti in hotels di classe turistica in camere doppie con servizi privati, salvo diversamente specificato;

A chi si rivolge?

A tutti i viaggiatori, curiosi e flessibili, che amano viaggiare in gruppi multi etnici e multi-età.

Le strutture sono state attentamente selezionate e sono in linea col tipo di tour e le aree visitate.

Quale è il miglior periodo di viaggiare in Uganda?

Il periodo migliore è quello che va da dicembre e marzo: il clima è generalmente più secco e quindi consigliabile per un lungo viaggio in Uganda. Però anche da giugno e ottobre il clima è secco variabile, per cui non ci sono controindicazioni.  I mesi di novembre, aprile e maggio sono considerati periodi umidi con possibilità di piogge più frequenti.

Il trekking dei gorilla è sempre indicato tutto l’anno, essendo il microclima della foresta di Bwindi e Parco dei Vulcani particolare, con tendenza a piogge regolari tutto l’anno.

Per il trekking del Rwenzori i periodi più indicati sono quelli tra gennaio e marzo, giugno, settembre e ottobre, che sono considerati periodi un po’ più secchi, anche se pure il micro clima del Ruwenzori è tendenzialmente molto piovoso tutto l’anno.

Vaccinazioni e situazione sanitaria

Il sistema sanitario ugandese è carente di strutture e infrastrutture e di un adeguato livello di preparazione medica e paramedica. Solo nella capitale ed in alcune città principali si trovano strutture pubbliche e private dotate di attrezzature moderne, ma non sempre perfettamente funzionanti. Gli ospedali nel resto del paese non sempre possiedono attrezzature diagnostiche e chirurgiche aggiornate. Il ricovero in ospedale è consigliato solo in casi di urgenza.
La disponibilità di farmaci è scarsa. E’ necessario portare con se tutti i medicinali che vengono assunti abitualmente, in quantità sufficiente per tutto il viaggio, nonchè una scorta di medicinali essenziali e di primo soccorso.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per viaggiare in Uganda, tranne che quella della febbre gialla,
ma si può portare un certificato di esonero per chi non può effettuare la vaccinazione. È necessario il libretto in originale sia quando viene richiesto il visto on line, che all’arrivo in aeroporto dove deve essere esibito in originale.

La malaria è presente soprattutto nelle zone più basse di altitudine, quali Kampala, il Lago Vittoria, il Lago Mburo. Pertanto si consiglia di viaggiare proteggendosi con repellenti contro le zanzare e vestiti lunghi per la sera. Normalmente ci sono le zanzariere negli hotels e nei lodge.
Per quelle consigliate, rivolgetevi all’ufficio vaccinazioni internazionali della vostra città.

Queste le località principali con relative altitudini:
Kampala 1150 metri circa
Murchison Falls National Park – Paraa 700 metri
Queen Elizabeth Mweya 900 – 1000 metri
Bwindi National Park 2000 – 2400 metri
Lago Bunyonyi 2000 metri
Parco dei Vulcani – Ruanda 2400 metri
Kigali 1500 metri
Parco del Lago Mburo 1300 metri
Parco Nazionale Kidepo 1000 metri

Per approfondire consigliamo di consultare questi siti:

“Viaggiare Sicuri” 

“CDC” in inglese, che ha un ampio ventaglio di informazioni di tipo sanitario e raccomandazioni.

Sono necessari passaporto e visto?

È necessario essere in possesso di un passaporto con almeno altri 6 mesi di validità dalla data del termine del viaggio e un minimo di due pagine bianche per ogni visto necessario per l’ingresso/uscita dai valichi di frontiere. Vi consigliamo anche di avere una fotocopia del vostro passaporto, averne una copia digitale sul vostro smartphone e sulla vostra mail. È necessario che abbiate sempre la massima cura del vostro passaporto. 

E’ necessario ottenere il visto di ingresso prima della partenza, richiedendolo online a questo LINK 

Dove e come si mangia? Se ho necessità dietetiche?

Tutti i pasti  sono consumati nei ristoranti degli alberghi dove si pernotta, o nei ristoranti lungo la strada. Alcuni pranzi possono essere al sacco. La cucina è internazionale e spesso sono presenti piatti della cucina indiana.

Se siete vegetariani, o avete necessità dietetiche, informateci prima della partenza per poter organizzare il necessario per voi.  

Se siete vegani, avete allergie, e usate preparati o cibi particolari, vi preghiamo di voler provvedere direttamente all’acquisto, perché non saremo in grado di fornirli in viaggio.

Con quali mezzi si viaggia?

I trasferimenti sono fatti tutti via strada, usando auto fuoristrada adattate ai safari e col tettuccio apribile.
Distanze e condizioni stradali

Tutti i tour proposti, includono anche lunghi trasferimenti via strada. Questo vi permette di ammirare paesaggi, e la loro durata dipende da:

– La velocità media sulle strade asfaltate è di circa 80 km/ora, ma ci saranno parti in cui la velocità scenderà a 30km/ora per le condizioni stradali e di sicurezza. L’autista ha come priorità la vostra sicurezza e le sue decisioni dipendono da questo punto.

– nella norma un trasferimento giornaliero è di circa 2 ore, ma alcuni itinerari ne prevedono sino a 8 ore. Spesso non c’è nessun posto di interesse tra una fermata e l’altra, ma solo ampi spazi.

– viaggiamo spesso su strade polverose, ventose, e col caldo.

Quali guide ci accompagnano in viaggio? Di che lingua? C'è un accompagnatore italiano?

Nel viaggio sarete accompagnati da una guida di lingua inglese, con una conoscenza profonda delle aree attraversate e dell’itinerario di viaggio, che è anche il vostro autista.

In caso di contrattempi, problemi che possono riguardare la sicurezza, problemi di salute, condizioni meteo avverse, interruzioni stradali, etc il tour leader prenderà le decisioni che ritiene opportune, a suo insindacabile giudizio. A volte queste decisioni non accontentano tutti, e per questo in tali situazioni la pazienza di tutti è necessaria a trovare una soluzione ai problemi.

Le guide sono sempre aperte a qualsiasi richiesta di informazioni, suggerimenti o altro possiate ritenere utili.
Su richiesta e col pagamento di un supplemento è disponibile un accompagnatore di lingua italiana.

Accompagnatori dall’Italia

In alcune date selezionate sarà presente un accompagnatore italiano, con il compito di farvi conoscere meglio le particolarità del vostro viaggio. Potrà essere un esperto delle località, uno scrittore, un fotografo o un viaggiatore esperto.

Quali sono i requisiti durante la visita dei gorilla? Come bisogna comportarsi?

L’attività del trekking dei gorilla viene regolamentata dalle autorità governative (la Uganda Wildlife Authority in Uganda; la ORTPN in Rwanda), attraverso la vendita di “permessi”.

È possibile visitare una famiglia di gorilla con un gruppo massimo di 8 persone, nel rispetto delle regole della conservazione della specie.

Per ottenere il permesso dei gorilla, occorre fare avere il passaporto (copia scannerizzata o originale) con i dati personali. Inoltre il limite di età minima per poter fare l’attività è di 15 anni. Il permesso dei gorilla corrisponde ad una zona, e viene rilasciato in base alle disponibilità.

Le cosiddette “regole dei gorilla” sono una serie di comportamenti da avere nell’approccio degli umani verso i gorilla. La prima regola è che per fare il trekking occorre essere in buona salute e soprattutto non avere malattie della respirazione, che sono facilmente trasmissibili e fatali per i gorilla. Un’altra regola è che occorre mantenere una certa distanza dai gorilla nel momento dell’incontro ed evitare il contatto fisico. Occorre anche evitare che i gorilla vengano a contatto di cibo umano o altri resti umani.

 Il trekking dei gorilla

Il trekking dei gorilla è un’attività di trekking di montagna nella foresta tropicale. Le foreste di Bwindi e del Parco dei Vulcani si trovano a un’altezza di circa 2000 metri e più. La temperatura è calda di giorno, mentre scende abbastanza la notte. Non si percorrono sentieri prestabiliti dentro la foresta, ma si segue una spedizione guidata dai Rangers (le guardie del parco), che si fanno strada dentro la foresta per seguire le tracce di gorilla laddove essi si trovano nel determinato giorno.

Occorre pertanto essere preparati a una camminata che potrebbe essere di varie ore, su terreni di montagna con pendenze e dislivelli e di fitta vegetazione. Occorre inoltre essere pronti in caso di pioggia. Non esiste una stagionalità per il trekking, dato che la foresta è tendenzialmente umida tutto l’anno e i permessi dei gorilla si vendono per tutti i giorni dell’anno.

Prima di iniziare l’attività, viene fatto un briefing da parte dei rangers che spiegano le varie regole dei gorilla.

Inoltre si consiglia, per ogni evenienza, di utilizzare il servizio di un “portatore”, colui che potrà portare lo zaino contenente l’acqua, il cibo e quanto necessario per il trekking.

Normalmente occorre essere prudenti e partire con acqua sufficiente e con il pranzo al sacco che viene preparato dall’organizzazione (il lodge).

Cash - Carte di credito - Bancomat

La valuta in Uganda è lo scellino ugandese. Il cambio (al 30/4/2020) e di circa 4.100 USH per 1 Euro.

In Uganda sono ben accetti sia gli Euro che i Dollari Americani, ma è consigliabile portare valuta in cash. Il cambio con il dollaro è sempre più vantaggioso che quello dell’Euro.  Le carte di credito sono accettate solo nei maggiori hotel e comunque solo le carte VISA. Se portate con voi dollari americani, ricordate che le emissioni antecedenti il 2008 non vengono accettate, o se lo sono vengono praticati cambi molto svantaggiosi.

Le carte di credito Visa e MasterCard, vengono generalmente accettate bei maggiori hotel, American Express e Diners hanno maggiori limitazioni. I pagamenti sono effettuati soprattutto in contanti e si potrà prelevare dal bancomat una quantità giornaliera limitata. Si sconsiglia di portare assegni di viaggio (travellers checks). Per poter prelevare contanti con la vostra carta di credito dovete avere il tipo con il chip ed il pin.

Bancomat e sportelli ATM vanno sempre più diffondendosi, ed è attualmente il metodo più semplice di prelevare in valuta locale.

Ricordate di segnalare alla vostra banca, di autorizzare i prelievi con carta di credito e bancomat al di fuori dell’Europa, per evitare inconvenienti.

Cosa devo portare con me in viaggio?

Abbigliamento e articoli da toeletta suggeriti – max 20 kg in una borsa morbida. 

  • Si consiglia di viaggiare con poche valige, meglio quelle morbide. Trattandosi di un paese di fascia equatoriale, l’abbigliamento da mettere in valigia è prevalentemente estivo, anche se durante le ore serali e notturne le temperature possono scendere; è importante avere con sé una felpa o maglioncino di lana e un giacca, pantaloni lunghi e comunque la regola è vestirsi ‘a cipolla’, in modo da essere a proprio agio e pronti ad ogni condizione atmosferica.
  • Vanno messi in valigia in ogni stagione un impermeabile, una torcia, scarpe da ginnastica e/o trekking, creme solari, cappellino, occhiali da sole, spray repellente per zanzare. Si raccomanda inoltre di portare con sè nel bagaglio a mano il necessario per il primo giorno, anche nell’eventualità di ritardi nella consegna dei bagagli all’arrivo.
  • E’ sempre meglio portare con se, nelle escursioni, una giacca leggera o un k-way.
  • Durante le escursioni è opportuno che ogni partecipante abbia con sé dell’acqua minerale per uso personale, in quanto lungo la strada e fuori dalle grandi città non sempre è disponibile.
  • Fuori dalle maggiori città può essere difficile acquistare schede fotografiche, batterie e quant’altro. E’ necessario quindi avere con se sempre tutto il necessario.
  • In Uganda molti farmaci comuni in Italia non sono disponibili. Ricordate di portare con voi tutti i medicinali di cui ritenete di avere bisogno, e in quantità sufficiente al vostro viaggio.
  • Per chi soffre il mal d’auto e mal di mare: le strade sono molto tortuose, e quindi l’assunzione di farmaci per il mal d’auto o l’uso dei bracciali è consigliato.

Comunicazioni telefoniche ed internet

In viaggio non sempre è disponibile il roaming, in alcune località non sempre è disponibile internet ed il Wi-Fi. Potete facilmente acquistare SIM locali senza formalità burocratiche. Chiedete consiglio alla vostra guida, di quale è la soluzione migliore in quel momento.  I cellulari europei funzionano perché c’è roaming in tutto il paese. Alcune zone remote o quelle distanti dai centri abitati possono avere problemi di copertura

Ricordate però che, anche se voi non potete comunicare, noi siamo quasi sempre in grado di rintracciarvi, se non immediatamente in un tempo comunque relativamente breve. Ricordate quindi di lasciare i numeri di emergenza che riceverete insieme alla documentazione di viaggio, ai vostri familiari, che potranno rivolgersi a noi per le emergenze.

Comunicate anche a familiari ed amici che sarà possibile che siate non rintracciabili anche per alcuni giorni di seguito in questo tipo di viaggio, così da evitare preoccupazioni inutili.

Limiti di età

Non c’è nessuna restrizione rigorosa rispetto all’età dei partecipanti.

Alcune attività (tracking ai gorilla ed agli scimpanzé) richiedono buona forma fisica ed una età minima, che per i gorilla è di 15 anni e per gli scimpanzé, a seconda delle località, può variare da 12 a 15 anni

I gruppi sono generalmente piacevolmente informali, e comprendono normalmente anche partecipanti di altre nazionalità. 

Elettricità ed acqua

In Uganda l’energia elettrica ha lo standard inglese, 230V 50 Hz, prese 10 -16 A.  E’ consigliato portare un adattatore internazionale

Possono esserci interruzioni nella fornitura di energia elettrica, anche se quasi tutti gli hotel dispongono di generatori, ma è sempre consigliato avere con se una torcia elettrica.

E’ altamente sconsigliato bere l’acqua del rubinetto. Dovete bere esclusivamente acqua e bibite imbottigliate. Per evitare l’impatto ambientale delle bottiglie di plastica molti dei nostri corrispondenti e lodges, offrono la possibilità di “ricaricare” le proprie borracce con acqua microfiltrata o proveniente da riserve di acqua naturale, sicure dal punto di vista sanitario.  Evitate il ghiaccio ed i gelati, e se prendete succhi di frutta chiedete che usino per la preparazione acqua imbottigliata. Possono esserci interruzioni nella fornitura di acqua corrente, specie nelle piccole città.  

 

Quale è la differenza di orario con l'Italia?

L’Uganda è due ore avanti rispetto al tempo universale GMT/UTC e non adotta l’ora legale. Si trova quindi due ore avanti rispetto all’Italia, un’ora avanti quando vige l’ora legale.

Quali sono le condizioni di penale per la cancellazione del viaggio?

Penali per annullamento

Tutte le cancellazioni devono essere effettuate per iscritto, e saranno considerate cancellate solo al momento dell’avvenuto ricevimento della comunicazione scritta da parte di Afronine Tour.

Le cancellazioni saranno soggette alle seguenti penali:

  • Penale del 10% se il viaggio viene cancellato dopo la prenotazione.
  • penale del 70% se il viaggio viene cancellato con 30-60 giorni di anticipo.
  • penale del 100% se il viaggio viene cancellato da 29 giorni o meno prima della data di arrivo.
  • I permessi per i gorilla e gli scimpanzè non sono MAI rimborsabili.

Cambi data:

in questo caso non vengono applicate penali, ma la richiesta verrà trattata su base individuale e verranno applicati eventuali costi accessori per riemissione biglietti aerei, e spese amministrative, che verranno quantificate di volta in volta

Altri 3 viaggiatori stanno prendendo in considerazione questa viaggio adesso!