ETIOPIA: Dancalia Paradiso Infernale 13gg 26/12/17 con M Bicciato - Workshop fotografico

  • ADDIS ABEBA - AWASH - AFRERA - ERTA ALE - DALLOL - PIANA DEL SALE - CHESE RUPESTRI DEL TIGRAI - MACALLE'
  • 13 GIORNI

    Minino 8 massimo 12 partecipanti

    Alberghi 4* Addis, 2-3* nel resto dell'itinerario, campo tendato nella regione dancala

    Pensione completa incluse bevande

  • 26/12
  • Guida in italiano

  • Costo per persona: 2920,00

  • ESSENZA DEL VIAGGIO

    Gadegey in lingua Afar significa buongiorno, grazie, come va.. e da sempre i nostri viaggi iniziano con il buongiorno in lingua originale. Dancalia, la terra di nessuno, deserto torrido e inospitale, luogo di colori ed emozioni estreme. Un “viaggio nel nulla” incontrando i nomadi Afar, i loro villaggi e i mercati. Un mondo di luce, di laghi salati, di piste non segnate e di fiumi di lava. Durante i nostri viaggi in questa terra magica attraverseremo la depressione dancala, che si trova 120 metri sotto il livello del mare, passando per il lago Afrera, il vulcano Erta Ale sempre attivo e la piana di Dallol. Incontreremo le carovane del sale guidate dagli Afar popolo nomade, fiero e geloso della propria tradizione. Cercheremo di condividere con loro la dura vita di questa terra di confine e apprezzandone la millenaria cultura che si è forgiata nei secoli con la natura e dentro la natura. L’Etiopia è una terra meravigliosa e dura, dove il ritmo della vita è scandito dalla luce e dal buio. Le persone e i luoghi che vedremo lungo il nostro cammino ci regaleranno emozioni forti e indimenticabili.
    E tutto ciò con un accompagnatore d'eccezione: Massimo Bicciato.
    Co-fondatore del progetto MilleBattute, ne è il vero cuore. Nato ad Asmara in Eritrea, dove ha trascorso una parte della sua infanzia, mentre l’altra parte l’ha passata in Arabia Saudita. Due paesi che hanno segnato la sua vita a partire dall'irrefrenabile necessità di luce e acqua salata, facendo nascere profonda in lui la passione per la fotografia che è diventata la sua professione. Fotografo di successo, ha studiato presso l’Istituto Europeo di Design, dove, una volta terminati gli studi, ha proseguito come docente di fotografia pubblicitaria. Nello specifico la fotografia di gioiello e di food è stata la sua professione mentre la fotografia subacquea e il reportage una vera passione che non ha mai abbandonato. Oggi viaggia e fotografa utilizzando proficuamente i preziosi insegnamenti del professionismo unitamente alla passione senza la costrizione di dover realizzare immagini secondo canoni e tempi ben precisi. Viaggia, fotografa e scrive storie attraverso le immagini fotografiche. Organizza e segue viaggi specifici orientati alla conoscenza dell'immagine di Reportage e subacquea. In questo viaggio ci offre la bellissima opportunità di abbinare un Workshop di Fotografia di Reportage aperto a tutti quelli che vogliono parteciparvi. Per conoscere meglio il vostro accompagnatore: www.massimobicciato.com

     

    Partenza

    Partenza

    26 DICEMBRE

    Sistemazione

    Sistemazione

    Alberghi 4* in Addis Abeba,
    2-3* nel resto dell'itinerario,
    campi tendati mobili nella regione dancala.

    Trattamento

    Trattamento

    Pensione completa (colazione, pranzo e cena) incluse bevande locali ai pasti.

    Trasferimenti

    Trasferimenti

    Veicoli Toyota Land Cruiser 4X4, capacità fino a 3/4 ospiti per auto.

  •  ITINERARIO PER GIORNO

    • Viaggi per tutti

      1° GIORNO 26/12

      Partenza da Milano Malpensa per Addis Ababa con volo di linea Egypt Air via Cairo.

    • 2° GIORNO 27/12

      2° GIORNO 27/12

      Arrivo ad Addis Abeba nelle prime ore della mattina.
      Dopo le operazioni doganali, trasferimento in hotel.
      Dopo qualche ora di riposo, partenza partenza in direzione di Awash, luogo di partenza delle carovane che ai primi del novecento iniziavano l’esplorazione della Dancalia. Awash è anche un Parco Nazionale, che prende il nome dall’omonimo fiume. Se in tempo faremo una rapida visita del parco e delle cascate del fiume Awash. Questa è una lunga giornata di trasferimento. Pranzo lungo la strada.

      Pernottamento in hotel a Awash.
      Pensione completa.

    • 3° GIORNO 28/12

      3° GIORNO 28/12

      Trasferimento verso Semera, nuova città e capoluogo della regione degli Afar.

      Pernottamento in hotel a Semera.
      Trattamento pensione completa

    • 4° GIORNO 29/12

      4° GIORNO 29/12

      Oggi procederemo in direzione di Afrera (o Afdera) e del suo omonimo lago, chiamato Giulietti dai primi esploratori italiani. All’arrivo al lago sistemeremo le nostre tende sulle sponde stesse, vicino alle fonti termali. Il lago è molto salino e molto caldo, sulle sue rive ferve l’attività estrattiva del prezioso minerale. Pernottamento in tenda.

      Pernottamento a Afrera, campo tendato.
      Trattamento pensione completa.

      Scopri di più su REGIONE AFAR E ASAYTA >>

      REGIONE AFAR E ASAYTA
      La regione Afar stata istituita nel 1995. Confina a nord con l'Eritrea, ad est con Gibuti (già Territorio francese degli Afar e degli Issa) e con la regione di Somali, a sud con la regione di Oromia ed a ovest con le regioni di Amhara e del Tigrè.
      Nella parte settentrionale il territorio è costituito dal bassopiano arido della depressione Della Dancalia.
      Il popolo degli Afar vive a nord dell'Etiopia nella grande depressione dancala. La bellezza delle donne Afar è leggendaria, stupende e affascinanti, indossano veli trasparenti e colorati e presentano sul viso le tipiche incisioni nel viso. Gli Afar sono un popolo di pastori nomadi che abitano quello che viene definito “triangolo Afar” e che comprende tre stati: Etiopia, Eritrea e Gibuti. Sono una società patriarcale ed in base al padre deriva il lignaggio, clan e tribù. L'appartenenza ad un lignaggio è determinante nella vita degli Afar, questa infatti impone obblighi ma nello stesso tempo offre un sicuro sostegno in caso di bisogno. La vita sociale è regolata da un codice tradizionale non scritto, regolamentato da una commissione alla quale partecipano gli uomini adulti appartenenti a diversi clan alleati fra loro.
      Il territorio poco esplorato ed i laghi salati che circondano Asayta sono una sorta di Santo Graal per chi ama l’avventura: il paesaggio ha caratteristiche quasi dantesche ed è di una bellezza desolata e surreale.
      Asayta viene raggiunta ogni martedì, giorno di mercato, da moltissimi nomadi che, per vendere e comperare, sono disposti a percorrere, in condizioni spesso proibitive, decine e decine di kilometri. Il mercato, che è forse il più grande bazar all’aperto della Dancalia, si sviluppa nella piazza principale e in alcune vie adiacenti. Tras il caos che imperversa ovunque si vende e si compera di tutto, dal chat al sale, dai tessui stampati multicolori, alle stuoie per rivestire le capanne fino ai cesti di ogni forma, colore e misura. Per le donne, il mercato è l’occasione unica per esibire gli splendidi abiti dai vivaci colori e i vari ornamenti di rame, ferro e perline colorate.
      I piccoli laghi in questa zona sono solo un ricordo dell’immenso lago che, milioni di anni fa, coprì la Dancalia a seguito dell’esondazione dela mar Rosso, provocata dalla spaccatura della crosta terrestre che diede origine alla Rift Valley. Con il lento ritiro delle acque, questa mare interno lasciò dietro di sé lo sterile territorio di oggi e, appunto, i piccoli laghi salati.

    • 5° GIORNO 30/12

      5° GIORNO 30/12

      Dopo colazione visita delle saline, dove centinaia di lavoratori estraggono e lavorano il sale che viene raccolto in enormi vasche di evaporazione, semi lavorato sul posto e caricato per il trasporto su ruota. Dopo le saline inizia il nostro avvicinamento al piccolo ma maestoso vulcano Erta Ale. Piccoli insediamenti Afar caratterizzano queste piste e segnano un percorso difficilmente riconoscibile agli occhi di un viaggiatore, per questo motivo saremo accompagnati dalle migliori guide Afar del territorio. Sosta al villaggio di Kurswad per ottenere i permessi di salita sull’Erta Ale. Si prosegue lungo la pista che si sviluppa direttamente sulla lava del vulcano, 17 chilometri che verranno percorsi in auto in circa 2 ore, fino al campo base dove lasceremo i fuoristrada. Nel tardo pomeriggio inizia la salita sull'Erta Ale, “la montagna che fuma” in lingua Afar, alto 613 metri. I 10 km che ci separano dal cratere verranno percorsi senza fretta in circa 4 ore, essendo il dislivello totale di soli 400 metri. Raggiunta la sommità, assisteremo a uno spettacolo unico al mondo avvicinandoci fino al bordo della caldera (se l’attività del vulcano lo permetterà). Un lago di lava ribollente si stende a pochi metri da noi.

      Frugale cena e pernottamento all’aperto, riparati da piccoli muretti a secco.


      Trattamento pensione completa.

      Scopri di più su LAGO AFRERA (GIULIETTI) >>

      LAGO AFRERA (GIULIETTI)
      Il Lago Afrera, posto a 140 metri sotto il livello del mare, ha acque salmastre, circondato da rocce basaltiche ed è alimentato da alcune sorgenti termali provenienti dal sistema dell’Erta Ale. La conformazione del luogo dà vita ai miraggi e, a dispetto delle difficili condizioni di vita ospita antilopi, dik dik, iene, gazzelle e sciacalli.
      La depressione della Dancalia è una giunzione tripla, cioè punto di incontro di tre placche tettoniche in continua espansione, che hanno formato il mar Rosso e il golfo di Aden, e che nel triangolo di Afar emergono in superficie.
      L'unico altro punto dove una dorsale oceanica può essere studiata in superficie è in Islanda. La piana di Afar si sta lentamente allargando ad una velocità di 1–2 cm l'anno. Il terreno è composto principalmente di lava basaltica.
      Uno dei vulcani più attivi del mondo, l'Erta Ale, si trova in questa zona. Al di sotto della superficie è presente una cosiddetta piuma del mantello terrestre (mantle plume), una grande riserva di lava che risalendo in superficie produce basalto.

    • 6° GIORNO 31/12

      6° GIORNO 31/12

      Dopo aver assistito all’alba sul cratere, spettacolo unico al mondo, inizia la discesa verso il campo base dove ci attendono i fuoristrada. Avremo modo di osservare tutta la crosta vulcanica con strati sovrapposti delle varie eruzioni. Una volta al campo godremo di una sostanziosa colazione, prima di partire verso Ahmed Ela. Ridiscenderemo la pista lavica affrontata il giorno precedente in salita per abbandonare lo sterrato in favore del più comodo asfalto. Raggiungeremo Ahmed Ela nel tardo pomeriggio visitando, se possibile, alcuni insediamenti Afar lungo il percorso. Non è mai facile stabilire con certezza la presenza di villaggi Afar in quanto essi si muovono in base alla presenza di vegetazione per capre e cammelli, praticando ancora quindi una vita semi nomade.

      Pernottamento in tenda ad Ahmed Ela.
      Trattamento pensione completa.

      Scopri di più su ERTA ALE >>

      ERTA ALE
      La catena di bassi vulcani che costituisce il sistema Erta Ale, che nella lingua Afar significa la “montagna che fuma ha il punto più alto che misura 613 metri e, dal bordo del cratere sud, si può osservare la lava che ribolle a cielo aperto, a circa cento metri di distanza.
      Si tratta di uno dei pochi esempi al mondo di lago di lava. Venendo alla superficie la lava si solidifica e forma delle zolle che vengono spostate in direzioni divergenti dal flusso di nuova lava che risale facendo sì che le “faglie” allargandosi formano delle “fontane” di lava. La salita sul vulcano ci permetterà di assistere ad uno spettacolo indimenticabile: il magma ruggisce, esplode, risucchia le rocce, è un mare incandescente di pietra liquida e nera, misterioso ed ipnotizzante.
      Nel novembre 2016 l’Erta Alè ha eruttato più volte e dalla fine di dicembre è possibile salire sulla nuova bocca, trasformatasi in seguito all’eruzione in un cono, e la possibilità di vedere la lava a pochi metri di distanza. Uno spettacolo unico!!

    • 7° GIORNO 1/1

      7° GIORNO 1/1

      In mattinata percorreremo pochi chilometri per addentrarci nella piana bianca e luccicante a -120 metri sotto il livello del mare, dove viene estratto il sale dalla crosta terrestre. Incontro con i tagliatori di sale. Rientreremo ad Ahmed Ela per il pranzo e subito dopo ci dirigeremo verso il cratere collassato di Dallol, visibile come una piccola collinetta. Con una camminata di circa 30 minuti raggiungeremo la cima, di fronte a noi prenderà forma uno spettacolo straordinario: formazioni di sale e zolfo cristallizzate, pozze d’acqua di un blu intenso bagnano sponde sulfuree e ribollenti che formano una tavolozza di colori incredibile. Uno spettacolo primordiale, dove si può chiaramente percepire la forza della terra che si trova sotto i nostri piedi. Ritorno al campo di Ahmed Ela per cena e pernottamento.

      Pernottamento ad Ahmed Ela in tenda.
      Trattamento pensione completa.
      NB. l’ordine delle visite potrebbe essere invertito per esigenze logistiche.

      Scopri di più su DALLOL E LA PIANA DEL SALE >>

      DALLOL E LA PIANA DEL SALE
      Qui i geyser sono in perpetua attività e scolpiscono incredibili sculture: il paesaggio si trasforma creando forme e disegni dai colori irreali tra le esalazioni dei piccoli coni vulcanici che danno al panorama un aspetto magico e raro.
      Il suo aspetto primordiale è dovuto all’intensa attività geologica ancora in atto e i termini “apocalittico”, “irreale” e infernale sono tra i più adatti a descrivere questo ambiente estremo formato da gas, vapore acqueo e sali minerali gialli che creano concrezioni solforose che assumono sfumature di un verde intenso man mano che l’acqua evapora.
      Attorno alla collina continua lo spettacolo di questa magia vulcanica: a sud di Dallol da una roccia di sale pietrificato esce acqua a temperature altissime che si trasforma in rigagnolo alimentando un lago circolare di acqua ribollente. Grandi colonne di pietra salina si stagliano ad occidente di Dallol e segnano il confine di questa “isola” incredibile: sono le famose “Porte della Dancalia” così nominate da L. Nesbitt, primo esploratore ad attraversare la Dancalia.
      Visiteremo nel pomeriggio la piana del sale, dove la crosta del sale viene spezzata, modellata e spedita sull’altopiano.
      Assisterete alla estrazione e al taglio dei blocchi di sale, e potrete vedere kilometriche carovane di cammelli, esempi quasi unici al mondo. Dopo aver inciso il sale con asce, enormi blocchi di sale vengono divelti dal suolo e lasciati agli "Hadali Mera", i tagliatori. Solo gli "Hadali Mera", sempre gente Afar, sanno preparare blocchi di sale del peso esatto di 7 kilogrammi.
      Sono al lavoro fin dall'alba e senza centimetro solo misurando con gli occhi tagliano blocchetti tutti perfettamente uguali. Un blocco di sale è la moneta unitaria di tutto il traffico di sale: ogni cammello può portare esattamente 20 blocchi a Macalle, centro commerciale dell'altopiano.

    • 8° GIORNO 2/1

      8° GIORNO 2/1

      Trascorreremo un'altra giornata tra il Dallol e la piana del sale per approfondire lo spettacolo che abbiamo avuto modo di assaporare il giorno precedente e dedicare maggiore attenzione all’aspetto fotografico. Nel pomeriggio ci trasferiremo ad Assobole dove pernotteremo.

    • 9° GIORNO 3/1

      9° GIORNO 3/1

      Partenza a piedi alle prime luci dell’alba, per il trekking lungo il canyon del fiume Saba. Percorreremo la pista dei carovanieri Afar con i cammelli carichi di sale. Durante i circa 16 chilometri incroceremo carovane in entrambi i sensi: chi si dirige verso la piana trasporta foraggio per gli animali, chi torna dalla piana porta il carico di sale. I paesaggi sono magnifici, le rive del fiume sono punteggiate di capanne Afar e da carovane al riposo.

      Pernotteremo in tenda a Melabday
      Trattamento pensione completa

    • 10° GIORNO 4/1

      10° GIORNO 4/1

      Dopo colazione risaliamo sull’altopiano seguendo la strada che porta verso Hawzen, attraversando l’altopiano del Gheralta, uno splendido massiccio roccioso con alte guglie che ospitano le più belle chiese rupestri della zona.
      Pernotteremo a Wukro, e tempo permettendo inizieremo la visita delle chiese rupestri.

      Pernottamento a Wukro in hotel
      Trattamento pensione completa.

    • 11° GIORNO 5/1

      11° GIORNO 5/1

      Giornata dedicata alla visita di queste chiese, la cui esistenza era praticamente sconosciuta sino agli anni 60. Visiteremo alcune tra le chiese di Abraha Atsbeha, costruita in parte dagli italiani nel 1928, quella di Degum Sellasse, TecleHaimanot Hawzen, Micael Imba, Debre Selam Atsbi e Micael Barka.
      La caratteristica comune di queste chiese è di essere scavate direttamente nella roccia delle montagne, alcune di esse sono costruite in luoghi impervi, per preservarle dalle incursioni degli “infedeli”. Per visitare la chiesa di Mariam Korkor, posta sulla cima di una roccia elevata sul magnifico panorama circostante, è necessaria una discreta forma e sono necessarie 2-3 ore.

      Pernottamento a Wukro in hotel
      Trattamento pensione completa.

    • 12° GIORNO 6/1

      12° GIORNO 6/1

      Dopo colazione partiremo verso Macallè per imbarcarci sul volo aereo in partenza per la capitale. r>
      Nel pomeriggio ci sarà il tempo per visitare il Merkato e l’ultimo shopping ed essendo oggi la vigilia del Natale Copto, già nel pomeriggio ed in serata, chi lo desidera potrà partecipare alle funzioni liturgiche in una delle chiese della città. La più importante è la chiesa della Santissima Trinità.

      Cena in locale tipico e in tempo utile transfer in aeroporto per la partenza.
      Camere in hotel a disposizione sino all’ora di partenza.
      Trattamento pensione completa

    • 13° GIORNO 7/1

      Arrivo in Italia.

  •  
    • Quota Base

    • 2.920per persona
    •   In camera doppia
    •   Alberghi classe turistica
    •   ACampo tendato Dancalia
    •   Pensione completa
    •   Accompagnatore dall'Italia
    •   Ingressi, tasse e permessi inclusi
    • Tax & Fuel

    • 242per persona
    •   Soggette a variazione senza preavviso
      Variabili sulla base della Compagnia Aerea
    •  
    • Diritti di iscrizione

    • 80per persona
    •   Assistenza sanitaria
    •   Perdita bagaglio
    •   Penali d'annullamento
    •   Tutela diritti passeggero
    • TOTALE

    • 3.242per persona
    •   In camera Doppia
      Supplemento singola
      280 €
       

     LA QUOTA INCLUDE:

    •  Volo aereo di Linea in classe economica, con partenza da Milano Malpensa, e ritorno a Milano Malpensa
    •  Sistemazione in alberghi di categoria turistica, in camera doppia (o come meglio precisato nel programma di viaggio) e in campo tendato
    •  Trattamento pensione completa (colazione, pranzo o cena incluse bevande locali ai pasti)
    •  Volo aereo di linea in classe economica, da Macallè a Addis Abeba;
    •  Tutti i trasferimenti in auto fuoristrada, capacità sino a 3/4 ospiti per auto;
    •  Accompagnatore MilleBattute dall'Italia;
    •  Autista - guida con buona conoscenza della lingua Inglese
    •  Materiale da campeggio
    •  Auto di supporto (pick-up), con cuoco e materiale da campeggio
    •  Mance per fotografie, capi villaggio, scout, militari e guide locali
    •  Ingressi, tasse e permessi
    •  Assicurazione turistica, che copre i rischi sanitari e quelli inerenti al bagaglio registrato

     LA QUOTA NON INCLUDE:

    •  Diritti d’iscrizione: € 80,00
    •  Visto di ingresso: USD 50,00 ottenibile online e/o all’arrivo in aeroporto, per i cittadini UE
    •  Bevande alcoliche, extra
    •  Mancia staff suggerita: € 50,00
    •  Spese extra di carattere personale
    •  Tutto quanto non indicato espressamente nel programma di viaggio

    NOTA BENE:

    • Il programma potrà subire variazioni o essere invertito su decisione insindacabile del Capo Spedizione e del Tour Leader in base alle condizioni meteo stradali, nell'interesse dei partecipanti.
    • Questo viaggio prevede il trattamento di pensione completa (colazione, pranzo, cena e bevande locali).

Mappa di viaggio

Potresti essere interessato anche a:


Mosaico d'Eritrea con GianMarco Russo 12gg 26/12/17

Partenze

26/12

Quota per persona

3190,00

DANCALIA: Paradiso Infernale 12gg

Partenze

11/12 - 27/10 - 01/12 - 26/01 - 16/02 - 30/03 - 26/10 - 30/11 - 21/12

Quota per persona

2590,00
Read more

Like & Share