• TEHERAN - SHIRAZ - PERSEPOLIS – PASARGADE – campo NOMADI - YAZD- ISFAHAN - MEIBOD -KASHAN
  • 13 GIORNI

    minimo 6 massimo 12 partecipanti

    Hotel classe turistica, campi tendati nel deserto

    9gg B&B, 3 gg FB

  • 01/10
  • Guida in italiano
  • Costo per persona: 2580,00

  • ESSENZA DEL VIAGGIO

    Un paese con una storia antichissima che si perde nella notte dei tempi. Oggi Iran, ieri Persia, crocevia di civiltà e di religioni, incantevoli paesaggi naturali e un patrimonio artistico, culturale e archeologico inestimabile.
    Le testimonianze storiche ed artistiche lungo "la Via della Seta" conservano ancora l'eredità plurimillenaria dei grandi Imperi d'Oriente. Un fascino antico che ha il sapore della saggezza di artisti, poeti e pensatori che aleggia ancora nelle atmosfere da "Mille e una Notte" di Isfahan, nel fascino medievale delle città di Kerman, di Yazd e molte altre, splendidi deserti, maestosi paesaggi di montagna e pianura, villaggi nomadi e tradizioni mistiche e religiose, a cavallo fra Islam, Cristianesimo e culti molto piu antichi. Un popolo raffinato, un mosaico di etnie, un Paese dal richiamo biblico, genuino ed emozionante.
    La civiltà iraniana è una delle più antiche al mondo e la sua storia abbraccia migliaia di anni. Questa cultura si manifesta attraverso diverse sfaccettature: la lingua, la mitologia, l'Islam, l'arte, la poesia e la letteratura. La mitologia persiana è uno degli elementi fondatori della cultura iraniana; simile perché gli Iraniani sono vicini a tutti i popoli indoeuropei, e più ancora agli Indoariani, e diversa in quanto possiede un carattere più morale che mitologico. La lingua iraniana ha ispirato diversi scrittori, tra cui Goethe, ed è conosciuta per prestarsi particolarmente bene alla scrittura di poesie. I tappeti, i giardini, le architetture e la cucina sono elementi cardine della cultura di questo affascinante paese. L'arte iraniana ha subito numerose trasformazioni dall'Antichità, soprattutto con l'arrivo dell'Islam che ha introdotto nuovi codici artistici senza contrastarne l'evoluzione. Oggi i giovani artisti rivisitano le grandi opere persiane incorporando elementi moderni o riproducendole sotto forma di graffiti. Gli iraniani, hanno acquisito molto velocemente notevoli competenze relative alla geometria simbolica che utilizzano per costruire veri e propri capolavori architettonici. L'architettura iraniana si serve quindi di forme geometriche ripetitive, superfici di ceramica riccamente decorate, stucco scolpito e mattoni, riconoscibile per i suoi motivi calligrafici e floreali. Non a caso otto monumenti sono stati classificati nel Patrimonio Mondiale dell'Unesco. Un viaggio fra i tesori archeologici dei centinaia di siti lasciati da molte dinastie in quasi seimila anni di storia, primo fra tutti la leggendaria e ciclopica Persepoli.
    Un viaggio che lascerà un segno indelebile a tutti coloro che amano la bellezza del segno, della parola e del pensiero.

    Partenza

    Partenza

    1 Ottobre 2018

    Sistemazione

    Sistemazione

    Pernottamenti in hotel cat. Standard in camera doppia
    Pernottamenti nel deserto in campo tendato

    Trattamento

    Trattamento

    In hotel, B&B (pernottamento e prima colazione;
    Nel deserto in pensione completa incluso cene e pranzi

    Trasferimenti

    Trasferimenti

    Trasferimenti in auto privata e fuoristrada nel deserto.

  •  ITINERARIO PER GIORNO

    • 1° giorno 1 ottobre

      Partenza dall'Italia con volo Turkish fino a Tehran. Arrivo all’aereoporto di Teheran Iman Khomeini alle prime ore del mattino e nella stessa giornata volo interno su Shiraz

    • 2° giorno 2 ottobre

      Shiraz che si trova nell’altopiano tra i monti Zagros a 1500 metri d’altezza. Shiraz è stata capitale del regno della dinastia Zand nel XVIII secolo. Nella giornata visiteremo il castello e la moschea di Zand. La moschea è stata costruita durante la dinastia Zand tra il 1751 e il 1773. Particolarmente interessanti le decorazioni realizzate con le tipiche piastrelle di Shiraz. Il Minbar è costituito da un monolite in alabastro con 14 scalini. La sala di preghiera ha 48 colonne monolitiche scolpite a spirale. La giorntata proseguirà con la visita del Vakil Bazaar dove ci perderemo tra vicoli colorati e profumi di spezie. Il bazar possiede bellissimi cortili, caravanserragli, bagni, e vecchie botteghe che sono tra i migliori posti per acquistare tappeti persiani, spezie, artigianato in rame e oggetti d'antiquariato.

    • 3° giorno 3 ottobre

      La giornata è dedicata all’escursione a Persepoli, capitale Achemenide. Persepoli venne concepita nello sfarzo e nella grandiosità per glorificare i monarchi e intimorire i popoli assoggettati. Il Palazzo Primavera fatto costruire da Dario I nel 518 a.c., per celebrare le feste di inizio anno, è costruito su un’enorme piattaforma ed è ricoperto di bassorilievi raffiguranti tutte le popolazioni che facevano parte dell’Impero Persiano. Prima Dario e poi Serse avevano fatto affluire in Persia i migliori artigiani del mondo per edificare un palazzo che doveva essere la summa dell'architettura e della scultura delle regioni mesopotamiche. Nel pomeriggio rientro e visita della città di Shiraz, nota per i suoi giardini e per la mitezza del suo clima. Shiraz è stata la patria d'illustri poeti come Saadi e Hafez, possiede importanti monumenti come il Complesso di Vakil, (moschea, hammam, bazar), il caravanserraglio di Moshir, la fortezza di Karim Khan.

    • 4° giorno 4 ottobre

      Alle prime ore del mattino visiteremo le "Torri del Silenzio”, due colline brulle, dove i zoroastriani lasciavano i propri defunti agli avvoltoi perché ne spolpassero le ossa. Visiteremo poi la moschea di Jame. Proseguiremo con la visita al vecchio bazar Khan, famoso per le vetrine che traboccano di oro scintillante. La giornata si concluderà con una passeggiata nel quartiere di Fahadan, protetto dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità. Volendo potremo recarci presso un’antica cisterna nel centro di Yazd per partecipare allo spettacolo di ‘Zurkaneh’. La traduzione letterale è ‘casa della forza’ ed è la ‘palestra’ dove si pratica l’attività sportiva tradizionale iraniana, un insieme di allenamento fisico e purificazione spirituale, ritmato dal tamburo e dai canti tramandati dal poeta mistico Hafez.

    • 5°- 6°- 7° giorno 5 - 6 - 7 ottobre

      Al mattino dopo colazione ci trasferiamo alle porte del Dasht- e Kavir, penetrando nel deserto più profondo per ammirare gli spettacolari paesaggi formati da formazioni di guglie di argilla, sabbia e sale modellate dai venti, che creano l’illusione di addentrarsi in una città fantasma.
      La peculiarità di questo esteso deserto situato nel mezzo del plateau iraniano sono le formazioni di sale che costituiscono parte della crosta desertica. Il suolo è coperto da sabbia e ciottoli con paludi, laghi e wadi. Il Dasht- e Kavir, con i suoi 800 km di lunghezza per 320 di larghezza è il più grande deserto dell'Iran. Noto anche come il "Grande Deserto di Sale”. Quasi completamente disabitato, questo grande deserto è stato esplorato solo in parte. Il primo giorno visiteremo i villaggi di Chak Chak e Karanq e il castello di Bayazeh dove trascorreremo la notte.
      Per poter esplorare meglio questa parte di deserto, le due notti successive utilizzeremo un campo o una semplice locanda nel paese di Mesr, sistemazione un poco spartana ma molto bella per chi ama godere appieno delle bellezze naturali.

    • 8° giorno 8 ottobre

      Alle prime ore del mattino ci attende una lunga trasferta che dal deserto ci porterà fino alla città di Isfahan; lungo il tragitto visita alla cittadella di Narin Qaleh dell’antica città di Meibod. La sua costruzione risale a a più di 3000 anni fa. Visiteremo il castello, e il Caravanserraglio dove si produce la famosa ceramica.

    • 9°- 10° giorno 9 - 10 ottobre

      Arrivo nell’antica Yazd, tra i più importanti centri carovanieri medioevali che accolse per secoli mercanti e viaggiatori. Inizio della visita della città con le "Torri del Silenzio”, due colline brulle, dove i zoroastriani lasciavano i propri defunti agli avvoltoi perché ne spolpassero le ossa; nelle vicinanze visita ad un cimitero moderno dell’antica religione. Proseguiremo con la visita del Tempio del Fuoco Sacro perennemente alimentato dai fedeli dove si conserva una fiamma che brucia dal 470 d.C.

    • 11° giorno 11 ottobre

      Partiamo per Kashan, lungo la strada visiteremo la moschea di Natanz. Proseguiamo quindi verso Kashan, città sorta in una grande oasi nel deserto famosa nel mondo per le kashi, piastrelle di ceramica smaltata diffuse dal dodicesimo secolo. Visita del bazaar

    • 12° giorno 12 ottobre

      Dopo colazione partenza per Isfahan; lungo il tragitto visita alla cittadella di Narin Qaleh dell’antica città di Meibod. La sua costruzione risale a a più di 3000 anni fa. Visiteremo il castello, e il Caravanserraglio dove si produce la famosa ceramica.

    • 13° giorno 13 ottobre

      Alle prime ore del mattino trasferimento in aeroporto per il volo verso l'Italia. Arrivo in Italia nel pomeriggio

  •  
    • Quota Base

    • 2.580per persona
    •   In camera doppia
    •   Alberghi classe turistica
    •   Pernottamento e prima colazione
    •   Accompagnatore Mille Battute
    •   Guida lingua italiana
    •   Ingressi, tasse e permessi inclusi
    • Tax & Fuel

    • 225per persona
    •   Soggette a variazione senza preavviso
      Variabili sulla base della Compagnia Aerea
    •  
    • Diritti di iscrizione

    • 47per persona
    •   Assistenza sanitaria
    •   Perdita bagaglio
    •   Penali d'annullamento
    •   Tutela diritti passeggero
    • TOTALE

    • 2.852per persona
    •   In camera Doppia
      Supplemento singola
      390 €
       

     LA QUOTA INCLUDE:

    •  Volo aereo Turkish Airlines Italia - Tehran via Istanbul
    • volo interno Tehran – Shiraz (franchigia 25 kg)
    •  Sistemazione in alberghi di categoria turistica, in camera doppia con trattamento di B&B pernottamento e prima colazione
    •  Due pernottamenti nel deserto in tenda o locanda
    •  Tutti i trasferimenti in autovettura/pullmino privati e auto fuoristrada nel deserto;
    •  Biglietti ingressi musei e monumenti
    •  Accompagnatore MilleBattute
    •  Assicurazione turistica, che copre i rischi sanitari, quelli inerenti al bagaglio registrato e quelli relativi agli annullamenti del viaggio;

     LA QUOTA NON INCLUDE:

    •  Tasse aeroportuali € 225,00, soggetto a variazione senza preavviso
    •  Diritti d’iscrizione: € 47,00
    •  Pasti e bevande
    •  Visto consolare (150 euro tramite agenzia privata)
    •  Spese extra di carattere personale
    •  Tutto quanto non indicato espressamente nel programma di viaggio

Mappa di viaggio

Potresti essere interessato anche a:

Like & Share