• Victoria Falls * Chobe National Park * Nata * Okavango Delta * Moremi * Maun * Johannesburg
  • 14 GIORNI

    min 4 max 12 partecipanti

    Lodge, hotel, guesthouse con servizi privati

    9gg FB; 2gg HB

  • 17/08
  • Guida in italiano
  • Costo per persona: 5785

  • Una proposta di viaggio studiata con cura per i nostri clienti, che offre un mix di pernottamenti tra comodi lodge/hotel e un campo mobile in stile “glamping”, per vivere l’esperienza del vero safari, dormendo all’interno dei parchi, in tenda ma senza rinunciare ad un comodo letto e a servizi igienici privati, seppur da campo.
    Le quote includono il costo dei voli aerei, con partenza da Milano Malpensa.
    Il tour include già tutte le attività possibili:
    volo panoramico sull'Okavango;
    game drives con auto fuoristrada e guide professionali a Moremi e nel Chobe, mattutini e pomeridiani;
    crociere sul Chobee sullo Zambesi;
    escursione in mokoro sull'Okavango;
    visita del Salt Pan di Nata;
    visita di Johannesburg e cena a Soweto;
    visita delle cascate Vittoria e cena al tramonto sulllo Zambesi.
    Insomma sarà difficile trovare posto per altre attività nel vostro itinerario!!

    Partenza

    Partenza

    Partenza unica il giorno 17 agosto 2020.

    Sistemazione

    Sistemazione

    Lodge e hotel, con servizi privati e campo mobile “glamping”.

    Trattamento

    Trattamento

    9 giornate FB
    (colazione, pranzo e cena);
    2 giornata HB
    (colazione e cena)

    Trasferimenti

    Trasferimenti

    Con pulmino Mercedes Sprinter con aria condizionata. Tutti i game drive e parte dei trasferimenti nell’Okavango e a Moremi-Khwai con auto fuoristrada adattate ai safari.

  • ITINERARIO GIORNO PER GIORNO


    • CHI CI ACCOMPAGNA?

      CHI CI ACCOMPAGNA?

      Esterofila di natura, Malù di ogni luogo visitato cerca di conoscere il contesto perché solo conoscendo ciò che non ci appartiene si riescono a comprendere le similitudini che uniscono le apparenti differenze. Il suo luogo del cuore à quello che non ha ancora vissuto e crede che non possiamo capire noi stessi se non capiamo l'Africa. Dopo una vita nelle multinazionali applica al viaggio lo stesso rigore apprezzandone il senso di continua scoperta.

    • 1° GIORNO: 17/8

      Partenza alle 21:15 con voli di linea Ethiopian Airlines da Milano Malpensa per Johannesburg via Addis Abeba.

    • 2° GIORNO: 18/8

      2° GIORNO: 18/8

      Arrivo a Addis Abeba alle 06:40, proseguimento alle 08:40 per Johannesburg con arrivo previsto alle 13:05. Trasferimento dall’aeroporto in hotel, con autista di lingua inglese.
      Incontrerete il vostro accompagnatore domani mattina a colazione.
      Nel pomeriggio tour guidato della città, con guida di lingua italiana.

      Pernottamento al Holiday Inn Sandton o similare, camere con servizi privati.
      Trattamento HB (cena, pernottamento e prima colazione).
      Attività inclusa: city tour e cena a Soweto.



      Scopri di più su JOHANNESBURG >>

      JOHANNESBURG
      Una città dai mille volti con differenze inconciliabili, Johannesburg deve la sua fortuna, anzi, la sua stessa esistenza, alla corsa all’oro cominciata nel 1886.
      Divenne già in epoca vittoriana centro della finanza e degli affari, e di quell’epoca conserva numerosi edifici. Johannesburg è attualmente la sede della Corte Costituzionale del Sudafrica e della Johannesburg Securities Exchange (JSE), la Borsa più grande dell'Africa e una delle dieci più grandi del mondo. È considerata il principale polo economico del paese e dell'intero continente africano, con le sue industrie diamantifere, manifatturiere, nonché diverse compagnie di scavi, soprattutto di oro, sebbene le miniere non siano ormai più situate entro i confini cittadini.
      Alcuni la chiamano Jo'burg o Jozi mentre per il popolo Nguni è iGoli, ovvero la città dell'oro, visto che Johannesburg, vero centro commerciale del Sudafrica (la capitale politica del Paese è Pretoria), si è sviluppata a partire dall'arrivo in questa zona dei cercatori d'oro europei nel diciannovesimo secolo. Con i suoi cinque milioni di abitanti e i suoi 33 sobborghi (le townships) la città si estende per chilometri ed è la rappresentazione, anche architettonica, delle contraddizioni di un Paese che ha cancellato l'aberrante realtà dell'apartheid solo da pochi decenni


    • 3° GIORNO: 19/8

      3° GIORNO: 19/8

      Dopo colazione, incontrerete il vostro accompagnatore per un briefing sul viaggio e poi ci sarà il transfer in aeroporto e la partenza per Maun. All’arrivo welcome e transfer al lodge.
      Il pomeriggio sarà dedicato a fare un volo panoramico sul delta dell’Okavango, uno dei must di questo viaggio e che ci permetterà di vedere dall’alto il panorama dei luoghi dove soggiorneremo le prossime quattro giornate. Il volo panoramico dura circa 45 minuti ed è a bordo di piccoli aerei che possono avere capacità da 4 a 16 passeggeri.

      Pernottamento al Maun Lodge o similare, camere con servizi privati.
      Trattamento FB (pernottamento, prima colazione, pranzo e cena).
      Attività inclusa: volo aereo panoramico sul delta.



      Scopri di più su Delta dell’Okavango >>

      ll Delta dell’Okavango
      Il vasto territorio del Botswana è quasi completamente avvolto dall’abbraccio delle sabbie del Kalahari, sulle quali una pianura semiarida mista a savana costituisce l’ambiente predominante, ma nell’angolo nord-occidentale del paese, si compie un miracolo ambientale e la natura ci stupisce ancora una volta. L’Africa, che non conosce compromessi, offre proprio qui, nel cuore del Kalahari, un delle poche “terre umide” rimaste sul pianeta: un bioma unico e di incommensurabile valore. Il miracolo si compie per mezzo di un fiume: l’Okavango.
      L’Okavango è il quarto fiume più lungo dell'Africa (circa 1.600 km). Nasce in Angola dove è chiamato Cubango, scorrendo verso sud costituisce per un tratto il confine tra Angola e Namibia e, in seguito, scorre in Botswana all'interno della Riserva Faunistica di Moremi. L'Okavango è l'unico corso d'acqua al mondo che non sfocia in un mare né confluisce le sue acque in un altro corso d'acqua o in uno specchio d'acqua, bensì si disperde in una palude in un'area del deserto del Kalahari, il Delta dell'Okavango, uno dei delta interno più grandi del mondo, situato nel bel mezzo di quella che è la più grande distesa costante di sabbia in tutto il mondo: il bacino del Kalahari. Questa oasi nel bel mezzo del deserto è un ecosistema ricco e fragile, che fornisce una fonte di vita per una incredibile varietà di fauna selvatica. Svariate specie si sono adattate alle contrastanti condizioni create dal duro vivere nel deserto del Kalahari, che si trasforma ogni anno con l’inondazione del delta tramite l’acqua che arriva dall’Angola. La zona più interna del Delta è un ambiente di acque perenni, ma spostandosi verso l’esterno, si incontrano una miriade di isole e isolotti, la cui estensione va da pochi etri quadrati a decine di chilometri quadrati. La vegetazione cresce rigogliosa: alte palme Mokolwane, distese di acacie variegate, alberi delle salsicce (Kigelia africana) dagli splendidi fiori purpurei e centinaia d’altre specie. Isole galleggianti di ninfee, muraglie di papiri (Cyperus papyrus), ampie distese erbose e boschi lussureggianti creano un habitat ideale per una quantità incredibile di animali. Più di 500 specie di uccelli popolano il Delta e quasi tutti i più grandi mammiferi Africani si trovano in questo paradiso. Branchi di elefanti e mandrie di bufali solcano gli acquitrini erbosi; i lichi, le sinuose antilopi delle paludi, sembrano volare sull’acqua quando corrono tra i canali del Delta. Ippopotami e coccodrilli popolano le acque placide e dietro a mandrie di zebre e branchi di impala, si muovoni i leoni, i licaoni, le iene e il leopardo.
      La zona umida dell’Okavango comprende la Riserva Faunistica di Moremi e le regioni circostanti divise in aree conosciute come Concessioni Private. Tali concessioni sono aree di gestione della fauna selvatica, attentamente amministrate per bilanciare lo sviluppo della crescente comunità e la conservazione, coinvolgendo i cittadini attraverso il turismo sostenibile. Molti dei lodge esclusivi in Botswana si trovano all'interno di queste concessioni nel delta, dando l’opportunità di un'esperienza senza pari della fauna selvatica - esclusiva e remota, evitando il turismo di massa e lo sfruttamento.
      I livelli delle inondazioni fluttuano notevolmente durante tutto l'anno, con un picco elevato delle acque nel Okavango centrale durante i mesi secchi invernali e bassi livelli d'acqua durante i mesi estivi, in contrasto con le precipitazioni stagionali. Il paesaggio, le attività e le battute di caccia variano considerevolmente in tutto il delta a seconda della località, della stagione e dei livelli di piena. Alcune aree hanno grandi tratti di terra ferma permanente, il che significa che in generale si è più interessati alle attività che si possono espletare sulla terraferma (battute di caccia e bird watching).
      I lodges situati al centro delle isole nel delta organizzano maggiormente delle attività acquatiche come escursioni a bordo di mokoro, passeggiate, canottaggio, pesca e bird watching. Questi lodge situati ai margini esterni del delta, denominato delta 'stagionale', offrono svariate esperienze in diversi momenti dell'anno - più attività sull’acqua durante i livelli di piena elevati, mentre con i livelli bassi del fiume si organizzano più attività da svolgere sulla terraferma.
      Le garzaie diventano attive al ritorno degli uccelli migratori nel Botswana da settembre a novembre, e generalmente il bird-watching è eccellente durante i mesi estivi. Le battute di caccia sono più concentrate intorno all'acqua permanente durante la stagione secca (aprile - ottobre) essendo troppo caldo il clima nei mesi successivi. La stagione delle piogge (novembre-aprile) ravviva il paesaggio lussureggiante con fiori di campo, sensazionali rovesci temporaleschi, tramonti spettacolari e la stagione delle nascite porta grandi predatori con interessanti interazioni predatore/preda.

    • 4° GIORNO: 20/8

      4° GIORNO: 20/8

      Il modo più gratificante per esplorare e sperimentare la bellezza e la serenità di questo intricato sistema di canali ricoperti di gigli è a bordo di un mokoro. Di primo mattino, verremo trasferiti alla stazione di partenza dei mokoro (circa 1 ora di trasferimento) dove incontreremo i “poolers” (i conduttori dei mokoro) che ci accompagneranno nel Delta. Ci guideranno attraverso questa serena area di stretti canali bordati di canne che si aprono su bellissime lagune, costellate da piccoli isolotti, e su uno dei più grandi pernotteremo questa notte. Un’escursione a bordo dei tradizionali mokoro, la canoa tradizionale ricavata da un tronco d’albero degli abitanti del Delta, ci farà scivolare dolcemente lungo un affluente del fiume Khwai e potremo goderci in tutta tranquillità la lussureggiante vegetazione che ci circonda. Il percorso attraversa un verde intrico di papiri, felci e canne palustri e non pochi esperti di mokoro sono dell’opinione che non esista al mondo un altro paesaggio così affascinante.
      Nonostante l’escursione a bordo del mokoro non sia considerata un safari, in questa incontaminata area selvaggia si possono incontrare numerose varietà di animali tra cui elefanti, giraffe, kudu, impala e zebre.

      Pernottamento in campo tendato mobile “glamping” in una isola del Delta, in area NON attrezzata al campeggio, servizi igienici da campo privati per ogni tenda, con acqua calda su richiesta.
      Trattamento FB (pernottamento, prima colazione, pranzo e cena, bevande incluse).
      Attività incluse: escursione in mokoro nel delta.

      Scopri di più su Delta dell’Okavango >>

      ll Delta dell’Okavango
      Il vasto territorio del Botswana è quasi completamente avvolto dall’abbraccio delle sabbie del Kalahari, sulle quali una pianura semiarida mista a savana costituisce l’ambiente predominante, ma nell’angolo nord-occidentale del paese, si compie un miracolo ambientale e la natura ci stupisce ancora una volta. L’Africa, che non conosce compromessi, offre proprio qui, nel cuore del Kalahari, un delle poche “terre umide” rimaste sul pianeta: un bioma unico e di incommensurabile valore. Il miracolo si compie per mezzo di un fiume: l’Okavango.
      L’Okavango è il quarto fiume più lungo dell'Africa (circa 1.600 km). Nasce in Angola dove è chiamato Cubango, scorrendo verso sud costituisce per un tratto il confine tra Angola e Namibia e, in seguito, scorre in Botswana all'interno della Riserva Faunistica di Moremi. L'Okavango è l'unico corso d'acqua al mondo che non sfocia in un mare né confluisce le sue acque in un altro corso d'acqua o in uno specchio d'acqua, bensì si disperde in una palude in un'area del deserto del Kalahari, il Delta dell'Okavango, uno dei delta interno più grandi del mondo, situato nel bel mezzo di quella che è la più grande distesa costante di sabbia in tutto il mondo: il bacino del Kalahari. Questa oasi nel bel mezzo del deserto è un ecosistema ricco e fragile, che fornisce una fonte di vita per una incredibile varietà di fauna selvatica. Svariate specie si sono adattate alle contrastanti condizioni create dal duro vivere nel deserto del Kalahari, che si trasforma ogni anno con l’inondazione del delta tramite l’acqua che arriva dall’Angola. La zona più interna del Delta è un ambiente di acque perenni, ma spostandosi verso l’esterno, si incontrano una miriade di isole e isolotti, la cui estensione va da pochi etri quadrati a decine di chilometri quadrati. La vegetazione cresce rigogliosa: alte palme Mokolwane, distese di acacie variegate, alberi delle salsicce (Kigelia africana) dagli splendidi fiori purpurei e centinaia d’altre specie. Isole galleggianti di ninfee, muraglie di papiri (Cyperus papyrus), ampie distese erbose e boschi lussureggianti creano un habitat ideale per una quantità incredibile di animali. Più di 500 specie di uccelli popolano il Delta e quasi tutti i più grandi mammiferi Africani si trovano in questo paradiso. Branchi di elefanti e mandrie di bufali solcano gli acquitrini erbosi; i lichi, le sinuose antilopi delle paludi, sembrano volare sull’acqua quando corrono tra i canali del Delta. Ippopotami e coccodrilli popolano le acque placide e dietro a mandrie di zebre e branchi di impala, si muovoni i leoni, i licaoni, le iene e il leopardo.
      La zona umida dell’Okavango comprende la Riserva Faunistica di Moremi e le regioni circostanti divise in aree conosciute come Concessioni Private. Tali concessioni sono aree di gestione della fauna selvatica, attentamente amministrate per bilanciare lo sviluppo della crescente comunità e la conservazione, coinvolgendo i cittadini attraverso il turismo sostenibile. Molti dei lodge esclusivi in Botswana si trovano all'interno di queste concessioni nel delta, dando l’opportunità di un'esperienza senza pari della fauna selvatica - esclusiva e remota, evitando il turismo di massa e lo sfruttamento.
      I livelli delle inondazioni fluttuano notevolmente durante tutto l'anno, con un picco elevato delle acque nel Okavango centrale durante i mesi secchi invernali e bassi livelli d'acqua durante i mesi estivi, in contrasto con le precipitazioni stagionali. Il paesaggio, le attività e le battute di caccia variano considerevolmente in tutto il delta a seconda della località, della stagione e dei livelli di piena. Alcune aree hanno grandi tratti di terra ferma permanente, il che significa che in generale si è più interessati alle attività che si possono espletare sulla terraferma (battute di caccia e bird watching).
      I lodges situati al centro delle isole nel delta organizzano maggiormente delle attività acquatiche come escursioni a bordo di mokoro, passeggiate, canottaggio, pesca e bird watching. Questi lodge situati ai margini esterni del delta, denominato delta 'stagionale', offrono svariate esperienze in diversi momenti dell'anno - più attività sull’acqua durante i livelli di piena elevati, mentre con i livelli bassi del fiume si organizzano più attività da svolgere sulla terraferma.
      Le garzaie diventano attive al ritorno degli uccelli migratori nel Botswana da settembre a novembre, e generalmente il bird-watching è eccellente durante i mesi estivi. Le battute di caccia sono più concentrate intorno all'acqua permanente durante la stagione secca (aprile - ottobre) essendo troppo caldo il clima nei mesi successivi. La stagione delle piogge (novembre-aprile) ravviva il paesaggio lussureggiante con fiori di campo, sensazionali rovesci temporaleschi, tramonti spettacolari e la stagione delle nascite porta grandi predatori con interessanti interazioni predatore/preda.

    • 5°-6° e 7° GIORNO: 21-22-23/8

      5°-6° e 7° GIORNO: 21-22-23/8

      In mattinata continua la nostra avventura con meta la “Riserva Faunistica di Moremi”, per esplorare la fantastica natura selvaggia del Botswana. A bordo dei mokoro torneremo sulla terraferma e ci trasferiremo nella Riserva di Moremi. Trascorreremo ben tre giorni ad ammirare l’incredibile varietà di animali ed uccelli per i quali quest’area è così rinomata, immergendoci in una Natura che non ha eguali. Ogni giornata faremo un game drive all’alba ed uno nel pomeriggio, le ore migliori per avvistare gli animali, e pernottando in una concessione privata potremo permetterci anche uno o due game drive notturni, proprio per non farci mancare nulla! Tutti i game drive sono effettuati a bordo di autovetture fuoristrada adattate ai safari.

      Pernottamento in campo tendato mobile “glamping” in una isola del Delta, in area NON attrezzata al campeggio, servizi igienici da campo privati per ogni tenda, con acqua calda su richiesta.
      Trattamento FB (pernottamento, prima colazione, pranzo e cena, bevande incluse).
      Attività incluse: game drive in auto fuoristrada adattate ai safari, al mattino e pomeriggio.

      Scopri di più su Moremi Game Reserve

      Moremi Game Reserve
      La riserva di Moremi è una delle più popolari e frequentate del Botswana. Creata nel 1963 per proteggere l’incredibile patrimonio faunistico del Delta dalla caccia indiscriminata, la riserva porta il nome del capo Ba Tawana, Moremi III. Con i suoi 4871 km2 di superficie, riscopre circa il 30% del territorio del Delta dell’Okavango, nel quale costituisce l’unica area destinata alla tutela della fauna e dell’ecosistema. Collocata nella zona nord-orientale, la riserva di Moremi presenta il tipico ambiente del Delta, con un territorio che alterna paludi sconfinate, attraversate da canali di acqua dolce, a isole di savana mista a distese erbose.
      Circa l’80% del territorio è però coperto da foresta di mopane. Nella zona centrale del Moremi, nel cuore del delta, si trova la più grande di queste “isole”, Chief Island, raggiungibile solo con le imbarcazioni. Grazie alla combinazione di acqua permanente, alluvioni stagionali, praterie, foreste fluviali, boschi, questo habitat incredibilmente ricco supporta una varietà e abbondanza di mammiferi e uccelli che non ha eguali nel nord del Botswana.
      La Riserva Faunistica di Moremi è circondata da aree naturali del Okavango, senza confini tra le concessioni e la riserva della fauna selvatica che consente di spostarsi tra i boschi nella stagione umida quando l'acqua è abbondante e oltre a fiumi permanenti e lagune nella stagione secca. Gli abitanti originari della zona (i Boscimani River) sono stati spostati alla periferia della riserva, costruendo il villaggio Khwai vicino all'uscita della Porta Nord del parco. L'area Khwai è gestita dalla comunità attraverso il Fondo Fiduciario per lo sviluppo del Khwai.

    • 8° GIORNO: 24/8

      8° GIORNO: 24/8

      Al mattino dopo colazione, le auto ci trasferiranno a Maun, dove con il nostro pullmino continueremo il viaggio in direzione di Nata, che raggiungeremo per pranzo.
      La strada da Maun a Nata ci permetterà di vedere scorci delle vaste depressioni che si estendono verso sud. Il percorso prosegue attraverso i versanti settentrionali delle Makgadikgadi Salt Pan e poiché parte del nostro itinerario divide in due i parchi nazionali di Nxai Pan e Makgadikgadi se siamo fortunati potremmo imbatterci in alcuni degli animali selvatici che vagano in questa vasta area protetta.
      Nel pomeriggio parteciperemo ad una escursione con auto fuoristrada, per visitare il Pan ed il Nata Sanctuary, ed ammirare il tramonto nel deserto.

      Pernottamento al Pelican Lodge o similare, camere con servizi privati.
      Trattamento FB (pernottamento, prima colazione, pranzo e cena inclusi, bevande escluse).
      Attività inclusa: escursione nel Pan in fuoristrada.

      Scopri di più su NATA e MAKGADIGADI PANS >>

      NATA e MAKGADIGADI PANS
      La principale attrazione di Nata è costituita dal Nata Sanctuary, una riserva naturale, gestita dalla comunità locale posta al margine settentrionale della salina di Sua Pan. Durante la stagione delle piogge, quando il fiume Nata ritorna a scorrere, alimentato dalle precipitazioni estive nello Zimbabwe, le saline si trasformano in un vasto lago salmastro, luogo d’incontro per moltissime specie di uccelli. Il Nata Sanctuary, inoltre, si trova sulla rotta di alcune specie di uccelli migratori pleartici e inter-africani, quali l’aquila della steppa, il gruccione meridionale e il gruccione europeo, e questa peculiarità rende possibile l’avvistamento di tali specie durante la stagione di permanenza. L’abbondanza di prede e il terreno aperto, costituiscono ottimi presupposti per l’avvistamento di una grande varietà di rapaci.
      Il vasto spazio aperto di Makgadikagadi Pans, fa sperimentare un silenzio così totale da avere quasi l’impressione che si possa sentire addirittura scorrere il proprio sangue. Una serie di grandi saline sono tutto ciò che rimane di un vasto antico super-lago che si prosciugò circa 10.000 anni fa e le cui origini risalgono a più di cinque milioni di anni fa. Dopo le piogge l’avifauna è spettacolare e si possono ammirare stormi di fenicotteri che a migliaia scendono sugli stagni creando un magico e colorato spettacolo. Le migliori vedute dei paesaggi si hanno verso la fine della stagione estiva, quando, a causa del grande calore gli oggetti perdono le loro naturali forme e dimensioni, e sembrano dilatarsi e fluttuare nell’aria creando un’atmosfera quasi spettrale.

    • 9-10° GIORNO: 25-26/8

      9-10° GIORNO: 25-26/8

      Proseguendo a Nord, oggi la strada ci porta a Kasane, la porta del Chobe National Park. Nel pomeriggio sarà un game drive a darci il benvenuto al parco, e il giorno dopo sarà un altro game drive al mattino a svegliarci, dandoci la possibilità di vedere il parco nelle due fasi diverse della giornata. Nel pomeriggio, per completare l’esperienza possibile al Chobe ci godremo una crociera al tramonto sul fiume, famoso per i suoi bellissimi panorami, i suoi magnifici tramonti e l’abbondanza di animali ed uccelli.
      I game drive saranno effettuati con i veicoli fuoristrada e le guide professionali del lodge. Si svolgerà all’interno del parco del Chobe, dove abbondano elefanti, impala ed altre antilopi, oltre a quasi tutti gli animali.

      Pernottamento al Kwalape Safari Lodges o similare, camere con servizi privati.
      Trattamento FB (pernottamento, prima colazione, pranzo e cena inclusi, bevande escluse). Attività incluse: game drive al mattino e pomeriggio, crociera al tramonto sul fiume Chobe.

      Scopri di più su CHOBE NATIONAL PARK >>

      Chobe National Park

      Il Chobe National Park, con i suoi 10.698 km2 di superficie è il terzo più grande parco del Botswana e, probabilmente, il più vario (quanto a territorio e ambiente) e più ricco di fauna. L’area che si affaccia sul fiume omonimo, per citare un esempio, vanta la più numerosa popolazione di elefanti dell’intero paese.
      Il Chobe National Park, con i suoi diversi e suggestivi paesaggi, è una straordinaria zona faunistica a causa della sorgente d'acqua permanente del fiume Chobe. Inoltre la sua vicinanza a Kasane e alle vicine città di Victoria Falls e Livingstone ha stimolato la costruzione di grandi alberghi e lodge nella zona più remota del delta dell'Okavango, agevolando il turismo attratto dalla straordinaria bellezza di questo territorio e dall’abbondanza di fauna. Pochi altri luoghi al mondo possono competere con questo parco per varietà e abbondanza della fauna, che include i grandi predatori e la più alta concentrazione di elefanti in Africa (se ne contano 120.000 esemplari). La crociera lungo le rive del fiume Chobe è una tra le esperienze più entusiasmanti e coinvolgenti che si possono fare in Botswana. Grazie alla costante presenza di acqua, le rive di questo grande fiume sono frequentate da numerosi animali che si possono ammirare con facilità a bordo di piccole imbarcazioni che solcano le scure acque di questo fiume. Lo spettacolo di tutti gli animali che si abbeverano e giocano in riva al delta è da non perdere, in particolare nella stagione secca (maggio - ottobre), dove la scarsità dell'acqua crea una distanza dal fiume. Si tratta di una zona famosa per l'abbondanza di elefanti, animali predatori, oltre alla possibilità di vedere mandrie di bufali e forse anche antilopi roan e sable. Nella stagione delle piogge (novembre - aprile) la fauna selvatica è invece molto meno concentrata al fiume, dato che si disperde in tutta l'area del Chobe National Park, seguendo la disponibilità d’acqua che offrono gli stagni nelle vicinanze. Questo facilita la ripresa della vegetazione sulle rive del fiume distrutta dalle enormi mandrie che vengono attratte nella zona nei mesi secchi. Le piogge estive portano bei fiori selvatici, affascinanti paesaggi, emozionanti voli di stormi di uccelli e abbondanza di cuccioli, in genere nati intorno a novembre/dicembre. Merita una visita Chobe anche solo per i suoi tramonti spettacolari. Si informa che le attività sono limitate all'interno del parco nazionale, in conformità con le norme e regolamenti governativi: non è permesso guidare fuoristrada, né passeggiate o guide dopo il tramonto.

    • 11° GIORNO: 27/8

      11° GIORNO: 27/8

      Se avete deciso di fare questo viaggio non era sicuramente per riposarvi, vero? Infatti daremo l’addio al Chobe con l’ultimo game drive, e quindi anche oggi la sveglia sarà molto mattutina.
      Dopo il game drive proseguiremo verso il confine con lo Zimbabwe per raggiungere Victoria Falls, dove arriveremo a pranzo o nel primo pomeriggio (i tempi di attraversamento del confine possono essere estremamente variabili).
      Resto della giornata libera per relax o per curiosare nei mercati locali e provare alcune delle tante attività disponibili nella vivace capitale africana: Victoria Falls è diventata la località più ricercata per l’avventura in Africa, con una moltitudine di attività per soddisfare ogni viaggiatore.
      Domani andremo a visitare al mattino le cascate, e la sera parteciperemo ad una cena d’addio sullo Zambesi. Il resto del tempo potete impiegarlo a personalizzare le escursioni some preferite.
      Alcune delle escursioni più popolari sono: bungee jumping, rafting, safari a dorso di elefante, il mercato di artigianato locale con interessanti oggetti africani, un volo panoramico in elicottero sulle Cascate Vittoria, safari a piedi accompagnati da guide esperte e tante altre.

      Queste alcune delle attività che potete prenotare in anticipo tramite noi od organizzare localmente, a pagamento:

      • Tour delle Cascate Vittoria
      • Pranzo al Lookout Cafè
      • Crociera sullo Zambesi al tramonto
      • Volo in elicottero sulle cascate 12-13 minuti
      • Tour in bicicletta
      • Canoeing
      • Historic Tram & bridge Tour
      • Elephant Art
      • Pay it forward
      • Wildlife Conservation and awareness safari
      E per chi desidera qualcosa di più adrenalinico:
      • Rafting
      • Gorge swing
      • Zip tour
      • Canopy tour
      • Bungee jumping

      Per maggiori info su queste attività:
      standard, fatte in gruppo: Victoria Falls Activities Standard
      gold, con transfer privati: Victoria Falls Activities Gold
      e per uscire a pranzo o a cena, ci sono una varietà di soluzioni,
      che troverete a questo link: Victoria Falls Dining

      Pernottamento al Victoria Falls Rainbow Hotel o similare, camere con servizi privati.
      Trattamento HB (pernottamento, prima colazione e cena).



      Scopri di più su VICTORIA FALLS >>

      Victoria Falls:
      Victoria Falls è una città situata sulla riva meridionale del fiume Zambesi, all'estremità orientale delle Cascate Vittoria. E’ un’incantevole località turistica, facile da esplorare a piedi e che offre una vasta gamma di attività: dalla sfida di rafting e bungee jumping al safari per l’avvistamento del maestoso elefante, o seducenti crociere per assistere al tramonto. Ce n'è per tutti.
      Le Cascate Vittoria, “un luogo creato per gli angeli” come sono state definite dal missionario esploratore inglese David Livingstone la prima volta che le vide, sono una delle sette meraviglie naturali del mondo ed hanno il primato di essere la più vasta massa d'acqua che precipita in cascata - uno spettacolo affascinante e ipnotico. L’enorme massa di acqua che fa un salto di ben 100 metri, mostrando tutta l’imponenza della sua energia, in circa 2 km dà luogo ad un rombo fragoroso e crea un magnifico arco d’acqua che può essere visto per miglia Si trovano lungo il corso del fiume Zambesi, che in questo punto demarca il confine geografico e politico tra lo Zambia e lo Zimbabwe. Partendo da Città del Capo, l’esploratore inglese David Livingstone scoprì molte terre nuove, discese in piroga il fiume Zambesi e il 16 novembre 1855 giunse alle cascate. Sembra che, a uso e consumo dei biografi, il celebre esploratore abbia esclamato: “Solo gli angeli, nei loro volti celesti, possono ammirare cose egualmente stupende”. Poi chiese agli indigeni Ba-Toka, che popolavano la zona, come essi chiamassero la cascata: gli risposero che il nome era Mo-ku-sa Tunya, che vuol dire pressappoco “fumo che sale”. Livingstone, traducendo la parola tunya in base al suono, che è un po’ simile a quello di thunder (tuono in inglese), le chiamò “acque dal fumo che tuona”. Ma nell’imposizione del nome ufficiale, che è un diritto dello scopritore di terre ignote, volle rendere omaggio alla sua patria e le dedicò alla grande regina: da quel giorno, dunque, il precipizio in cui si getta lo Zambesi si chiamò “Cascate Vittoria”.
      L'accesso alle Cascate Victoria è a pochi passi dal centro del paese. Il flusso dell'acqua sulle cascate varia nel corso dell'anno. La stagione della piena annuale del fiume è da febbraio a maggio, quando il getto può raggiungere un'altezza di oltre 400 metri, è una visione spettacolare dall'alto, ma rende molto difficile vedere le cascate a livello del suolo dato l’enorme acquazzone e nebbia che si formano. A questi insoliti acquazzoni, che invece di provenire dal cielo, nascono dalla terra, si deve il carattere lussureggiante della vegetazione limitrofa, una vera e propria foresta pluviale in miniatura, ricca di felci, palme e ficus dai tronchi contorti, perennemente irrorata. Il livello dell'acqua inizia a scemare nel mese di agosto fino a raggiungere il livello più basso nei mesi di ottobre-dicembre, quando gran parte della parete rocciosa diventa secca. Ma anche durante la stagione secca, lo spettacolo delle cascate non ha eguali. Paradossalmente, nonostante la massa d’acqua sia meno impressionante, lo spettacolo della gola risulta ugualmente ricco di fascino, e mostra scorci altrimenti nascosti dalla nube d’acqua, onnipresente durante la piena del fiume.
      Queste alcune delle attività che potete prenotare in anticipo tramite noi od organizzare localmente, a pagamento:
       Tour delle Cascate Vittoria
       Pranzo al Lookout Cafè
       Crociera sullo Zambesi al tramonto
       Volo in elicottero sulle cascate 12-13 minuti
       Tour in bicicletta
       Canoeing
       Historic Tram & bridge Tour
       Elephant Art
       Pay it forward
       Wildlife Conservation and awareness safari

      E per chi desidera qualcosa di più adrenalinico:
       Rafting
       Gorge swing
       Zip tour
       Canopy tour
       Bungee jumping

      Per maggiori info su queste attività:
      standard, fatte in gruppo:Victoria Falls Activities Standard
      gold, con transfer privati:Victoria Falls Activities Gold
      e per uscire a pranzo o a cena, ci sono una varietà di soluzioni, che troverete a questo link: Victoria Falls Dining

    • 12° GIORNO: 28/8

      12° GIORNO: 28/8

      Questa mattina avete l'opportunità di visitare le Cascate Vittoria, senza dubbio uno degli spettacoli più suggestivi e magnifici dell’Africa, conosciute anche con il nome locale di "Mosi-oa Tunya" (il fumo che tuona), o di organizzare una delle tante attività disponibili.
      Il pomeriggio sarà libero e la sera invece parteciperemo ad una cena durante una crociera sul fiume Zambesi al tramonto. Sarà la nostra ultima cena di questo viaggio, e quindi l’occasione per rivivere tutte le emozioni che non saranno mancate.

      Pernottamento al Victoria Falls Rainbow Hotel o similare, camere con servizi privati.
      Trattamento FB (pernottamento, prima colazione, pranzo e cena inclusi).



      Scopri di più su VICTORIA FALLS >>

      Victoria Falls:
      Victoria Falls è una città situata sulla riva meridionale del fiume Zambesi, all'estremità orientale delle Cascate Vittoria. E’ un’incantevole località turistica, facile da esplorare a piedi e che offre una vasta gamma di attività: dalla sfida di rafting e bungee jumping al safari per l’avvistamento del maestoso elefante, o seducenti crociere per assistere al tramonto. Ce n'è per tutti.
      Le Cascate Vittoria, “un luogo creato per gli angeli” come sono state definite dal missionario esploratore inglese David Livingstone la prima volta che le vide, sono una delle sette meraviglie naturali del mondo ed hanno il primato di essere la più vasta massa d'acqua che precipita in cascata - uno spettacolo affascinante e ipnotico. L’enorme massa di acqua che fa un salto di ben 100 metri, mostrando tutta l’imponenza della sua energia, in circa 2 km dà luogo ad un rombo fragoroso e crea un magnifico arco d’acqua che può essere visto per miglia Si trovano lungo il corso del fiume Zambesi, che in questo punto demarca il confine geografico e politico tra lo Zambia e lo Zimbabwe. Partendo da Città del Capo, l’esploratore inglese David Livingstone scoprì molte terre nuove, discese in piroga il fiume Zambesi e il 16 novembre 1855 giunse alle cascate. Sembra che, a uso e consumo dei biografi, il celebre esploratore abbia esclamato: “Solo gli angeli, nei loro volti celesti, possono ammirare cose egualmente stupende”. Poi chiese agli indigeni Ba-Toka, che popolavano la zona, come essi chiamassero la cascata: gli risposero che il nome era Mo-ku-sa Tunya, che vuol dire pressappoco “fumo che sale”. Livingstone, traducendo la parola tunya in base al suono, che è un po’ simile a quello di thunder (tuono in inglese), le chiamò “acque dal fumo che tuona”. Ma nell’imposizione del nome ufficiale, che è un diritto dello scopritore di terre ignote, volle rendere omaggio alla sua patria e le dedicò alla grande regina: da quel giorno, dunque, il precipizio in cui si getta lo Zambesi si chiamò “Cascate Vittoria”.
      L'accesso alle Cascate Victoria è a pochi passi dal centro del paese. Il flusso dell'acqua sulle cascate varia nel corso dell'anno. La stagione della piena annuale del fiume è da febbraio a maggio, quando il getto può raggiungere un'altezza di oltre 400 metri, è una visione spettacolare dall'alto, ma rende molto difficile vedere le cascate a livello del suolo dato l’enorme acquazzone e nebbia che si formano. A questi insoliti acquazzoni, che invece di provenire dal cielo, nascono dalla terra, si deve il carattere lussureggiante della vegetazione limitrofa, una vera e propria foresta pluviale in miniatura, ricca di felci, palme e ficus dai tronchi contorti, perennemente irrorata. Il livello dell'acqua inizia a scemare nel mese di agosto fino a raggiungere il livello più basso nei mesi di ottobre-dicembre, quando gran parte della parete rocciosa diventa secca. Ma anche durante la stagione secca, lo spettacolo delle cascate non ha eguali. Paradossalmente, nonostante la massa d’acqua sia meno impressionante, lo spettacolo della gola risulta ugualmente ricco di fascino, e mostra scorci altrimenti nascosti dalla nube d’acqua, onnipresente durante la piena del fiume.
      Queste alcune delle attività che potete prenotare in anticipo tramite noi od organizzare localmente, a pagamento:
       Tour delle Cascate Vittoria
       Pranzo al Lookout Cafè
       Crociera sullo Zambesi al tramonto
       Volo in elicottero sulle cascate 12-13 minuti
       Tour in bicicletta
       Canoeing
       Historic Tram & bridge Tour
       Elephant Art
       Pay it forward
       Wildlife Conservation and awareness safari

      E per chi desidera qualcosa di più adrenalinico:
       Rafting
       Gorge swing
       Zip tour
       Canopy tour
       Bungee jumping

      Per maggiori info su queste attività:
      standard, fatte in gruppo:Victoria Falls Activities Standard
      gold, con transfer privati:Victoria Falls Activities Gold
      e per uscire a pranzo o a cena, ci sono una varietà di soluzioni, che troverete a questo link: Victoria Falls Dining

    • 13° GIORNO: 29/8

      13° GIORNO: 29/8

      Ancora qualche ora libera, poi intorno alle 12:00 transfer in aeroporto per il volo di rientro in Italia, in partenza alle 13:00 per Addis Abeba dove si arriva alle 21:30. Proseguimento per Milano Malpensa alle 23:45.

    • 14° GIORNO: 30/8

      Arrivo A Milano alle 05:45.

  •  
    • Quota Base

    • 5.785per persona
    •   In camera doppia
    •   Lodge, hotel e guesthouse
    •   2gg HB, 9gg FB
    • Accompagnatore dall'Italia
    •   Ingressi, tasse e permessi inclusi
    • Diritti di iscrizione

    • 80per persona
    •   Assistenza sanitaria
    •   Perdita bagaglio
    •   Penali d'annullamento
    •   Tutela diritti passeggero
    • TOTALE

    • 5.865per persona
    •   In camera Doppia
      Supplemento singola
      285 €
       
    •   Tasse aeroportuali e fuel surcharge: € 472
     

     

     LA QUOTA INCLUDE:

    • Sistemazione in lodge, hotel, guesthouse e in campi tendati mobili “glamping” indicati in programma o equivalenti, in camera doppia (o come meglio precisato nel programma di viaggio)
    • Volo aereo internazionale Milano-Victoria Falls; Maun – Johannesburg; Johannesburg – Milano
    • Trattamento: 9 giornate FB (colazione, pranzo e cena); 2 giornate HB (colazione e cena);
    • Tutti i trasferimenti via strada in veicolo Mercedes Sprinter 14-16 posti;
    • Accompagnatore dall’Italia;
    • Volo aereo panoramico sul delta dell’Okavango, 45 minuti;
    • Game drive ed escursioni con mokoro nel Delta e Moremi-Khwai;
    • Visita dei Salt Pans a Nata;
    • Game drive e crociera al tramonto nel Chobe NP;
    • Visita delle Cascate Vittoria e cena al tramonto sul fiume Zambesi;
    • City tour a Johannesburg e cena a Soweto;
    • Tasse locali e permessi;
    • Ingressi nei parchi e attività indicate;
    • Assicurazione turistica, che copre i rischi sanitari, quelli inerenti al bagaglio registrato e quelli relativi agli annullamenti del viaggio.

     LA QUOTA NON INCLUDE:

    •  Diritti d’iscrizione: € 80,00;
    • Tasse aeroportuali e fuel surcharge, variabili senza preavviso: € 472,00;
    • Visto d’ingresso:
      Zimbabwe: ottenibile in aeroporto o alla frontiera per i cittadini europei, € 25/$ 30;
      Botswana: non richiesto ai cittadini europei;
      Sud-Africa: ottenibile in aeroporto o alla frontiera per i cittadini europei;
    • Pasti aggiuntivi, bevande, extra e mance;
    • Spese extra di carattere personale;
    • Entrate nei parchi ed attività non menzionate nel programma:
    • Tutto quanto non indicato espressamente nel programma di viaggio.

    NOTA BENE:

    • La nostra quotazione è da considerarsi sempre soggetta a riconferma, sino a quando non avremo la conferma dei servizi offerti e di eventuali oscillazioni dei cambi applicati: 1€=16,00 ZAR (con una tolleranza del 3%).
    • Tutti i viaggi via strada in Africa, prevedono di percorrere centinaia o migliaia di chilometri. Questo significa che trascorreremo molte ore a bordo dei veicoli, ed alcune giornate sono quasi nella totalità dedicate ai trasferimenti. Anche queste ore fanno parte dell’esperienza di viaggio: potete fare “salotto” con i vostri compagni di viaggio gustando un drink o uno snack, ammirare il panorama dal vostro finestrino, sgomberare la mente sempre impegnata altrove e semplicemente ritrovarsi. In Africa misuriamo le distanze in ore di viaggio e non in distanze, e anche le ore sono estremamente variabili, dipendendo dalle condizioni stradali, meteo, traffico, guasti, tempi di passaggio ai confini, etc. Una giornata tipo può prevedere trasferimenti dalle 4 alle 8-12 ore, e tutto dipende da quello che succede quello specifico giorno!
    • Tutte le informazioni contenute in questo programma, sono soggette a variazione senza preavviso. Eventuali cambiamenti sono presi considerando in primis la sicurezza del viaggio, e il miglioramento dell’esperienza di viaggio quando possibile.
    • Lodge, hotel e campi tendati: nel programma trovate indicate le sistemazioni previste ed i link che vi portano a poter visitare il sito delle strutture che vi ospiteranno.
    • Il nostro primo obiettivo è quello di organizzare per voi un viaggio in grado di soddisfare tutti i vostri desideri. Non esitate quindi a chiederci qualsiasi informazione che riteniate utile, e a illustrarci tutti i dettagli che ritenete importanti affinché il vostro viaggio, oltre ad avere un’ottima riuscita, rimanga davvero nella vostra memoria come una delle più belle esperienze della vostra vita.

Mappa di viaggio

Contattaci

Potresti essere interessato anche a:


Passaggio in Botswana Drive & Lodge 14gg

Partenze

08/04 - 19/04 - 07/05 - 24/05 - 12/06 - 02/07 - 26/07 - 02/08 - 20/08 - 30/08 - 20/09 - 04/10 - 23/10 - 06/11 - 17/11

Quota per persona

3490,00

Botswana Caprivi  Route Drive & Lodge 15gg

Partenze

31/03 - 05/05 - 02/06 - 07/07 - 21/07 - 04/08 - 25/08 - 08/09 - 22/09 - 06/10 - 20/10 - 03/11 - 01/12

Quota per persona

3770,00

BOTSWANA IN DIAGONALE - Drive&Lodge - 11gg

Partenze

28/03 - 04/04 - 08/04 - 11/04 - 18/04 - 22/04 - 25/04 - 29/04 - 02/05 - 16/05 - 22/05 - 30/05 - 13/06 - 24/06 - 27/06 - 01/07 - 04/07 - 11/07 - 15/07 - 25/07 - 01/08 - 05/08 - 08/08 - 12/08 - 15/08 - 19/08 - 22/08 - 29/08 - 05/09 - 16/09 - 26/09 - 07/10 - 14/10 - 28/10 - 07/11 - 14/11 - 18/11 - 28/11 - 02/12 - 23/12 - 26/12

Quota per persona

1325,00
Read more

Like & Share

   
   

AFRONINE TOUR SRL - Via Felice Casati 15 20124 MILANO ITALY - TEL +39.02.29512185 - FAX +39.02.29406769 - MAIL tour@afronine.it